Per sapere il motivo di queste integrazioni, oltre la mia esperienza, clicca QUI
Per sapere cosa è il PRIMO FLAGELLO umano che si chiama CAFFE'
clicca
QUI Leggi quanto riporta il sito PAGINE MEDICHE "area medica" della CAFFEINA Clicca QUI inoltre è un INSETTICIDA Clicca QUI e lo ZUCCHERO: dannoso e tossico come il CAFFE', l'ALCOOL ed il TABACCO Clicca QUI  Per tutta la documentazione in nostro possesso clicca QUI

Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/alimentiessenziali.htm

Tutto sul MAGNESIO
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/magnesiobase.htm

Tutto sulla vitamina D
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadbase.htm

Le malattie guarite dagli "ALIMENTI ESSENZIALI":
http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/malattieguarite.htm

 

ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI.
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.

http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/razionerg.htm

Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
COSI' TANTO?
Quante persone avranno la possibilità di farsela controllare?
Da incompetente, che differenza può esserci nella ricerca tra la vitamina D e questa vitamina K2?
Sono entrambe liposolubili, quindi il lavoro da effettuare dovrebbe avere uguale.
Già la ricerca della vitamina D è dalla medicina: DEMONIZZATA, addirittura i medici dichiarano che il farla controllare è diventata una moda e non vogliono farla fare, adducendo mille scusa: sì perchè in caso di CARENZA si sentono obbligati a prescriverla, ed ecco che allora, onde evitare di prescrivere anche la vitamina K2, le quali, come abbiamo capito DANNO LA SALUTE specialmente quest'ultima, A CHI NON NE E' CARENTE, ecco che è indispensabile che questa non possa essere controllata da chi non ne ha le possibilità.
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI AL CONTRARIO, LA PRIORITA' E' IL LUCRO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana quelli di Franca ed i miei.
Naturalmente con Franca questa vitamina K2 la ingoiamo dall'aprile 2018.
Devo quindi fare presente che all'atto del prelievo del sangue da parte del personale preposto del laboratorio analisi, di norma, finito il prelievo viene tolto l'ago e subito messo sul buco del cotone applicando uno scotck per tenuta e togliendolo poi dopo alcuni minuti. In passato, di solito togliendo questo cotone vi era del sangue e per Franca era normale che le venisse un piccolo ematoma blu. 
Stranamente questa volta per entrambi, il cotone aveva appena una piccolissima macchia di sangue e per Franca niente ematoma.
Questo fatto ci ha confermato che la vitamina K2 in noi, NON CARENTI, stà facendo il suo lavoro di anti-emorragico e ne abbiamo avuto soddisfazione.

Questo post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2vegetariani.htm

E' inutile stare a dire, la medicina non vuole proprio capire che la SALUTE di ogni essere vivente passa attraverso le DIFESE IMMUNITARIE AUTOPRODOTTE grazie agli "ALIMENTI ESSENZIALI" che sono nel sangue per gli animali e nella LINFA per i vegetali, quindi finchè la medicina non si adatterà a questo non farà altro che causare ogni sorta di malattie, ancora di più usando i "principi attivi" PRODOTTI CHIMICI VELENOSI.
La conferma della loro VELENOSITA' ci viene, e senza ombra di dubbio, dal foglietto illustrativo (BUGIARDINO) allegato.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/triodellasalute.htm

Ho certezza che, data la loro rilevanza nel sangue di ogni individuo animale, ESSI LAVORANO IN SINERGIA.
Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età
2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione
3. Aumenta il livello di fertilità: è dato recente che oggi, circa il 10% delle coppie non riesce a concepire, neanche con la fecondazione assistita. Gli organi sessuali maschili e femminili sono tra i principali regolatori della crescita della densità ossea
una mancanza notevole di osteocalcina può dunque ridurre la produzione di estrogeni e testosterone. Una regolare assunzione di cibi provenienti da bestiame la cui alimentazione sia a base d'erba, risulta centrale per la capacità riproduttiva.
4. Contrasta le malattie ossee e arteriose (osteoporosi, artrite, ostruzione delle arterie): lo sviluppo dello scheletro e della massa ossea avviene dalla nascita fino a circa 20 anni. Gli esperti concordano sul fatto che più massa si riesce a costruire nei primi vent'anni di età, più risulterà possibile prevenire l'osteoporosi. Più in generale, col passare degli anni, i livelli di osteocalcina tendono a diminuire e se debitamente inclusi nella propria dieta alimentare, la qualità della vita può nettamente migliorare
COME ASSUMERLA: i cibi che più di altri aiutano a includere la vitamina K2 nella propria dieta sono tutti gli alimenti fermentati, come ad esempio i fagioli di soia (natto) dal sapore molto forte ma utili anche alla riduzione del colesterolo
il tuorlo d'uovo (soprattutto se proveniente da gallina ruspante) per i grassi insaturi che riducono il colesterolo e i nutrienti essenziali
i formaggi provenienti da bestiame alimentato a erba, i cosiddetti grass-fed
altra fonte di vitamina k2 è la selvaggina, in particolare le carni d'anatra, fagiano, coniglio, tacchino, cinghiale sono tra i maggiori integratori di menachione
anche il pollo è un ottimo integratore di vitamina k2, oltre ad avere un'altissima concentrazione di proteine di buona qualità
QUANTITÁ CONSIGLIATA: la quantità raccomandata varia in base al fabbisogno del corpo, che può essere maggiore o minore in base allo stato di salute personale. La quantità varia, inoltre, in base alla tipologia di integratore K2 assunto (da alimento o da integratori del tipo MK-4 che estrae la vitamina k2
dalle piante di tabacco)."

Tra l'altro la pagina in oggetto dichiara:
"La vitamina K2, scoperta nel 1935 dal biochimico Carl Peter Henrick Dam, per questo ebbe il premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1943, insieme allo statunitense Edward Adelbert Doisy che della vitamina K aveva realizzato la sintesi, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono PROBLEMI RENALI, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 Giugno 2017"

Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminak2lungavita.htm

La vitamina K è una molecola liposolubile scoperta nel 1929 dallo scienziato danese Henrik Dam. Egli osservò che polli sottoposti ad una dieta inadeguata sviluppavano una particolare situazione clinica caratterizzata da bassi livelli di protrombina e spiccata tendenza emorragica. Successivamente gli stessi scienziati scoprirono che nutrendo questi animali con piante ricche di sostanze liposolubili (erba medica/medicago sativa) era possibile alleviare questi problemi. Questa sostanza che influiva sulla coagulazione (in danese : Koagulation) fu chiamata vitamina K. Negli stessi anni veniva anche scoperto che soggetti con gravi patologie epatiche ad impronta itterica avevano anch’essi bassi livelli di protrombina. Era stato chiarita la relazione tra vitamina K, adeguata funzione epatica e normale funzione coagulativa.
Formula chimica di varie molecole di Vitamina K
Quando si parla di vitamina K ci si riferisce non ad una singola molecola ma ad una famiglia di nutrienti, basilare è distinguere tra:
Vitamina K1 (o Fillochinone), sintetizzato da vari tipi di piante, si tratta di un’unica molecola.
Vitamina K2 (o Menachinone), sintetizzato da vari batteri della flora intestinale, in particolare Gram +, si distinguono qui vari gruppi di molecole in relazione alla catena laterale formata da un numero diverso di unità isopreniche:
– MK-4, menachinone a catena corta, meno attivo, presente soprattutto nei prodotti di derivazione animale, ottenuta comunque anche per via sintetica.
– MK- 7-13, menachinoni a catena più lunga, più attivi, presenti soprattutto in prodotti fermentati in particolare derivati dalla soia quali il Natto (MK-7). Più lunga è la catena isoprenica laterale, maggiore è la lipofilia della vitamina.
Vitamina K3 (o Menadione), molecola sintetica usata come sodio bisolfito nell’alimentazione di polli e suini, è idrosolubile ma poco stabile.
FONTI ALIMENTARI DI VITAMINA K
Le maggiori fonti dietetiche di vitamina K1 sono le verdure di colore verde scuro e gli olii vegetali. La vitamina K2 alimentare deriva da 2 maggiori fonti:
grassi di origine animale quali uova e latte e derivati . Gli animali accumulano K2 nei loro tessuti in proporzione diretta con la ricchezza in vitamina K1 dei vegetali che assumono. Ovviamente la carne ed il latte di animali allevati al pascolo sono molto più ricchi in questa vitamina rispetto agli animali tenuti in stalla e nutriti a cereali. La stessa cosa del resto accade con l’acido alfa linoleico.
specifici alimenti fermentati, quali in particolare la soia (Natto) ed il formaggio Brie. In questi casi la vitamina K2 è prodotta dall’azione di specifici batteri.
La vitamina K2 agisce attivando una specifica proteina (Osteocalcina) che stimola l’incorporazione del calcio nelle ossa e nei denti. E’ stato dimostrato che la vitamina K2 riduce il rischio di frattura indipendentemente dai livelli di mineralizzazione ossea. L’associazione con la vitamina D crea una specifica sinergia per il miglioramento della densità ossea. La vitamina K2 agisce anche stimolando la calcificazione del tessuto cartilagineo e rinforzando la struttura degli anelli intervertebrali risultando utile pertanto nell’artrosi degenerativa in generale e nella spondiloartrosi in particolare.
Studi recenti hanno evidenziato come la vit.K2 sia il maggior fattore di mobilizzazione del calcio. I suoi livelli sono direttamente correlati con un calo della mortalità in generale e cardiaca in particolare.
Il 20% dell’Osteocalcina non è legata alle ossa e circola a livello sanguigno. Poiché è prodotta solo dagli osteoblasti, il suo dosaggio rappresenta un attendibile marker di metabolismo osseo e dei livelli di vitamina K. Livelli elevati di osteocalcina si riscontrano in adolescenza, nel morbo di Paget e in altre patologie caratterizzate da aumento della mineralizzazione-riassorbimento osseo quali l’iperparatiroidismo. La non carbossilazione dell’osteocalcina per carenza di vitamina K è associata ad aumentato rischio di fratture dell’anca. Recentemente si è valorizzato il ruolo metabolico dell’osteocalcina non attivata che sembra giocare una parte positiva nel metabolismo glucidico. Gli studi sono ancora in corso ed appaiono confusi perché prevalentemente fatti su roditori i quali, rispetto agli umani, hanno assai maggior percentuale di osteocalcina carbossilata, tuttavia sembra chiaro un ruolo della vitamina K e conseguentemente dell’osteocalcina nel diabete II e l’importanza di una supplementazione ragionata della vitamina K stessa.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminak2antiaging.htm

Addirittura un libro dal titolo:
"Il segreto per evitare l'osteoporosi e l'aterosclerosi correlate al calcio"
riporta:
"Mentre milioni di persone assumono integratori di calcio e vitamina D pensando di aiutare le loro ossa, la verità è che, senza l'aggiunta di vitamina K2, un tale regime di salute potrebbe rivelarsi pericoloso. Senza la vitamina K2, il corpo non può dirigere il calcio alle ossa dove è necessario; invece, il calcio risiede nei tessuti molli (come le arterie) - portando a una combinazione di osteoporosi e aterosclerosi, o il temuto "paradosso del calcio". Questo è il primo libro a rivelare quanto sia universale la carenza di vitamina K2 e il rischio (nella forma di cancro e diabete, tra le altre malattie) l'assenza di vitamina K2.
Scritto dal Dr. Kate Rheaume-Bleue, un esperto di salute popolare sulla televisione e radio canadesi, "Vitamina K2 e il paradosso del calcio" lancia un monito sulla popolarità della mania di calcio e vitamina D, mentre illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi. Il libro demistifica questo oscuro supernutriente - una vitamina liposolubile che gli esseri umani una volta prosperavano, ignorati dagli scienziati per quasi settanta anniDettagli come il consumo di animali nutriti con erba ha portato ad un'adeguata assunzione di vitamina K2 - mentre il mangime a base di cereali ha aiutato a sradicare la vitamina K2 dalle nostre diete Descrive come i medici stanno aumentando le dosi raccomandate di calcio e vitamina D - senza prescrivere la vitamina K2Dettagli più dannosi su transfats - e come la creazione di una vitamina K sintetica interferito con il metabolismo della vitamina K del corpo
Un libro essenziale per chiunque sia interessato alla salute delle ossa o al mantenimento della loro salute generale, "La vitamina K2 e il paradosso del calcio" è la guida per prendere la giusta combinazione di integratori e l'aggiunta di vitamina K2 a un regime giornaliero."
Quindi mi permetto di sottolineare la parte:

"illustra gli enormi benefici per la salute della vitamina K2 nel rendere il corpo meno suscettibile a cavità dentali, malattie cardiache, cancro alla prostata, cancro del fegato, diabete, rughe, obesità, vene varicose e altri disturbi."
che conferma quanto sotto degli altri articoli correlati sui DENTI e sulle RUGHE.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2anti-invecchiamento.htm

Un nuovo studio suggerisce che la mancanza di matrice attiva Gla-proteica (MGP) è associata a calcificazione vascolare, rigidità vascolare e arteriosa.
L' attivazione del MGP dipende dalla vitamina K, per cui questi risultati possono quindi sottolineare l'importanza di un adeguato apporto di vitamina K per la salute cardiovascolare.
Hogne Vik, il medico che ha condotto lo studio ha detto che: "Il meccanismo di MGP che inibisce la calcificazione delle arterie è stato chiaramente comprovato nel cellule animali e umane".
"In effetti, una quantità adeguata di vitamina K è necessaria per attivare l' MGP ed è ampiamente riconosciuto che la vitamina K2 come menachinone-7 (MK7) è la forma più biodisponibile e bioattiva di vitamina K come supplemento alimentare disponibile al giorno d' oggi.".
Nel primo studio, pubblicato sulla rivista scientifica "Nefron"(1), sono stati inclusi 83 pazienti con malattia renale cronica (CKD), con un'età media di 62,9 +/- 13,9 anni.
I ricercatori hanno misurato la calcificazione vascolare e la rigidità vascolare misurando anche le lesioni delle calcificazioni nell'aorta addominale, e attraverso la valutazione dell' indice vascolare chiamato cardio-ankle e la velocità delle pulsazioni.
I livelli plasmatici ematici di MGP inattivi sono stati misurati con il metodo ELISA.
I ricercatori hanno provato che i livelli inattivi di MGP nel plasma sono aumentati a seconda della gravità della malattia renale cronica, e sono stati positivamente associati con una maggiore calcificazione vascolare.
Essi hanno concluso che alti livelli di MGP inattivi (noti anche come dp-ucMGP), possono anche " essere utilizzati come marker di una precoce calcificazione vascolare nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica (IRC)"
Nel secondo studio, i due ricercatori hanno studiato i percorsi collegati alla rigidità arteriosa in un gruppo di 66 soggetti che avevano il diabete di tipo 2, con un'età media di 62 +/- 12 anni.
Scrivendo sul Journal of Hypertension, i ricercatori hanno utilizzato velocità delle pulsazioni per misurare la rigidità arteriosa attraverso a la tonometria arteriosa (Una tecnica per la misurazione della pressione sanguigna).
Essi hanno scoperto che i livelli di MGP inattivi circolanti era indipendentemente associata con velocità della pulsazione nei pazienti diabetici.
"Questo suggerisce che se la vitamina K2 è carente, la mancata attivazione del MGP può portare a calcificazioni importanti delle arterie e potrebbe essere corretta con la supplementazione di vitamina K2 nei pazienti con diabete", hanno concluso i ricercatori.
Questi studi confermano ancora una volta che la regolare supplementazione di vitamina K2 è essenziale per la salute cardiovascolare.
"Questi nuovi studi clinici hanno documentato correlazioni tra la calcificazione delle arterie e elevate quantità MGP inattivi, sia nei pazienti diabetici che nei pazienti con insufficienza renale cronica", spiega il Dott. Vik.
"La buona notizia è che la vitamina K2/MK-7 (come la Primal K2 1000) ha dimostrato di ridurre i livelli di matrice attiva Gla-proteica (MGP) e che la K2 ha dimostrato di ridurre la rigidità arteriosa in soggetti sani e in pazienti con malattie renali."
Bibliografia:
?
1. Thamratnopkoon S et al., “Correlations of plasma desphosphorylated uncarboxylated matrix Gla protein with vascular calcification and vascular stiffness in chronic kidney disease,” Nephron. Published online December 13, 2016.
2. Sardana M et al., “Inactive matrix Gla-protein and arterial stiffness in type 2 diabetes mellitus,” American Journal of Hypertension. Published online December 7, 2016.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminak2calcificazionia.htm

L'European Heart Journal ha pubblicato un importante studio che evidenzia il potenziale dell'integrazione di vitamina K2 per la stenosi della valvola aortica calcifica (CAVS), una condizione cardiovascolare comune nella popolazione anziana in cui attualmente non esiste alcuna terapia medica.
Secondo i ricercatori, una volta che la grave sintomatologia della stenosi della valvola aortica calcifica si è sviluppata, la prognosi senza intervento è deprimente.
Attualmente l'unico trattamento per stenosi della valvola aortica calcifica (CAVS) è la sostituzione della valvola aortica chirurgica o trans catetere (AVR), a cui non tutti i pazienti sono adatti.
Mentre numerosi studi hanno tentato di riutilizzare interventi farmacologici di uso comune per rallentare la progressione di CAVS, però ma non hanno finora alterato il corso della patologia.
La ricerca rileva che gli studi hanno dimostrato che le statine, ampiamente utilizzate per l'abbassamento dei lipidi nell'aterosclerosi e nell'infiammazione, non hanno alcun effetto sulla progressione o sugli esiti clinici della CAVS e potrebbero effettivamente esacerbare la condizione.
Tuttavia, i ricercatori hanno notato che la vitamina K2, in particolare i menachinoni a catena lunga (MK7), poiché sono trasportati efficientemente oltre il fegato.
"La supplementazione di vitamina K è un'opzione allettante per ricostituire le riserve vascolari di vitamina K per garantire un'inibizione ottimale della calcificazione", hanno scritto i ricercatori.
Questo studio è molto significativo, perchè riconoscendo che le terapie mediche si stanno rivelando inefficaci, i ricercatori stanno facendo luce su alternative efficaci efficaci, come appunto la Vitamina K2-MK7 ha già dimostrato ampiamente.
Per esempio, un precedente studio cardiovascolare triennale in donne sane in postmenopausa che assumevano solo 180 mcg al giorno di Vitamina K2-MK7 , che ha dimostrato una cessazione e persino una regressione nella rigidità arteriosa.
La rilevanza di questo studio di tre anni ha portato a diversi studi da parte della comunità medica per pazienti con calcificazione delle arterie coronarie esistenti, calcificazione della valvola aortica e calcificazione delle arterie periferiche.
Lo studio dell’ European Heart Journal conclude:
"I meccanismi fisiopatologici coinvolti nell'avvio e nella progressione di stenosi della valvola aortica calcifica vengono rapidamente chiariti e includono infiammazione, fibrosi e calcificazione.
Con questa nuova conoscenza, abbiamo identificato nuovi bersagli terapeutici come la vitamina K2-MK7 e nuove tecniche di imaging che possono essere utilizzate per testare l'efficacia di nuovi agenti e per approfondire ulteriormente la nostra comprensione fisiopatologica."
Per l' ennesima volta è stata comprovata l' inutilità delle statine, cioè dei farmaci anticolesterolo, a favore di sostanze più naturali come la K2.
Ricordo che la Vitamina K2 è contenuta nella carne allevata ad erba oppure negli integratori come ad esempio la "Primal K2 1000"
Evitate comunque quelli estratti dalla soia perchè possono dare allergie e problemi intestinali.
Bibliografia:
Knapen MHJ, et al. Menaquinone-7 supplementation improves arterial stiffness in healthy postmenopausal women: double-blind randomised clinical trial. Thrombosis and Haemostasis (2015) 19;113(5).
Peeters FECM, et al. Calcific aortic valve stenosis: hard disease in the heart. Euro Heart J (2017) 0,1-8.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminak2calcificazionib.htm

DALLA FORMAZIONE DELLE RUGHE, QUINDI ORA SAPPIAMO CHI DA QUESTA MANCATA INFORMAZIONE NE TRE ENORMI GUADAGNI.
Di questo ne chiedo conferma alle persone che usano le CREME ANTI-RUGHE che costano un occhio della testa, perchè se costassero meno non avrebbero il valore che gli si attribuisce, ma purtroppo queste creme non le mangerebbero, non immaginando che questi PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI entrano nel loro corpo dai loro miliardi PORI, che tra l'altro la pagina dice:
"Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI".
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/cremeviso.htm

Riguardo alle RUGHE, la pagina recita:
"Queste sono dichiarazioni molto importanti che chi beve il CAFFE' deve tenere presente in quanto quei pochi secondi di GUSTO si pagano MOLTO CARI e per tutta la vita futura.
Oh, ma allora NON SONO LE CREME che ti forniscono le industrie cosi dette "di bellezza" che ti evitano le RUGHE, che al contrario te le fanno venire, coadiuvate dal CAFFE' come abbiamo letto sopra.
Se invece le RUGHE vuoi proprio evitarle devi ingoiare gli "ALIMENTI ESSENZIALI" che sono scritti nel tuo DNA a lettere di fuoco e sono già NEL TUO SANGUE, ma sopratutto:
la vitamina K2
ed il SILICIO ORGANICO.

L'articolo in oggetto recita:
"
Questo prezioso minerale ha un effetto-lifting sui tessuti spenti, rinfoltisce i capelli e frena il decadimento cellulare…
Il silicio è un elemento essenziale, tanto in natura quanto nel nostro organismo. Con l’avanzare degli anni, tuttavia, nel corpo si registra un progressivo calo nei livelli di silicio che spesso si accompagna alla diminuzione degli estrogeni, concomitante con la menopausa. Quali sono i rischi che corriamo? La carenza di silicio porta prima di tutto a una perdita di elasticità dei tessuti, in particolare delle arterie e della pelle, perché questo minerale promuove la rigenerazione di elastina, collagene e altri elementi del tessuto connettivo. In assenza di silicio, il calcio prende il suo posto rendendo le pareti dei vasi sanguigni più rigide e fragili. Ma non è tutto: il silicio rafforza anche ossa e denti, mantiene sane le cartilagini articolari, i capelli e le unghie… Infine il silicio riequilibra il pH del nostro organismo e neutralizza gli accumuli di tossine acide, causa principale dell’invecchiamento. Per questo è il minerale da privilegiare in un programma di rigenerazione primaverile."

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/silicioorganicoepellevecchia.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/caffeelapelledelvisorugosa.htm

Dopo lunghe riflessioni e dopo aver scoperto che la vitamina K2 è importantissima per il corpo di ogni animale, specialmente per l'Homo Sapiens, abbiamo capito tutti che il DEMONIZZARE la carne, il latte ed i latticini, CIBI NATURALI, RENDE A MOLTE ORGANIZZAZIONI. Questi CIBI NATURALI sappiamo che sono i maggiori fornitori di questa vitamina K2, ma ho anche capito il perchè dell'accanimento, sopratutto delle industrie farmaceutiche, verso questo CIBI NATURALI ai quali NON POSSONO aggiungere PRODOTTI CHIMICI VELENOSI.
A cominciare dal LATTE e specialmente per questo , TUTTI abbiamo sentito ed abbiamo capito che il LATTE, detto da loro, contiene TROPPO CALCIO, ed hanno addirittura inventato il PARADOSSO DEL CALCIO, per farci capire che il CALCIO nel LATTE è troppo e che quel TROPPO può anche causare dei danni.. Addirittura hanno inventato che, dato l'uso degli antibiotici ed altri PRODOTTI CHIMICI i quali a questi animali sono imposti, ci informano che il LATTE non è più il LATTE di una volta. Però dimostrano di fare SOLO DISINFORMAZIONE, in quanto le persone non sanno che TUTTI gli animali e TUTTI i vegetali si AUTOPRODUCONO l'ACIDO ASCORBICO, il quale ELIMINA questi PRODOTTI CHIMICI VELENOSI, che nel caso contrario causerebbero la morte di di chi li subisce. E' facile approfittare della ignoranza in materia delle persone, in quanto il SISTEMA ha fatto di tutto perchè così fosse.   
Ciò che mi ha colpito è cosa da questo articolo che recita:
"I farmaci comunemente usati per curare l’osteoporosi sono l’alendronato ed i bifosfonati; questi ultimi presentano, però, lo sfortunato effetto collaterale di aumentare il rischio di fratture.
La medicina convenzionale va, da sempre, dicendo che l’osteoporosi dipende da una mancanza di calcio e, per questo motivo, ne prescrive generose dosi quotidiane.
Ma spesso il calcio, specie se in eccesso, non va a depositarsi nelle ossa bensì nei tessuti molli specie le arterie."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2giovinezza.htm

Oh ma allora, a DEMONIZZARE la carne, il LATTE ed i LATTICINI, NE GUADAGNANO IN TANTI. Proviamo ad elencare alcuni di quei TANTI?
Prima di tutto le INDUSTRIE ALIMENTARI, che con i loro CIBI SPAZZATURA VELENOSI, ai quali aggiungono a questi loro CIBI, PRODOTTI CHIMICI VELENOSI, quindi DEMONIZZATO questi CIBI NATURALI, con i loro cibi causano MALATTIE.
Seguite dalle MEDICINE, i cui medici possono lavorare solo se vi è la MALATTIA. 
Naturalmente partecipa a queste MALATTIE, anche la DISINFORMAZIONE sugli "ALIMENTI ESSENZIALI" dei quali l'ultimo scoperto per noi, in ordine di tempo: la vitamina K2.
Non dimentichiamoci delle INDUSTRIE FARMACEUTICHE, che come riporta l'articolo citato sopra, guadagna solo se fornisce ai malati i suoi BREVETTI, che per il CALCIO propone i suoi PRODOTTI CHIMICI VELENOSI contenenti i loro così chiamati: "principi attivi".
http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/vitaminaK2latteecalcio.htm

A conferma di quanto sopra, l'articolo in oggetto recita:
"La vitamina K2, infatti, attiva una serie di speciali proteine che mobilizzano il calcio, promuove l’osteocalcina che attira il calcio nelle ossa e nei denti e attiva anche un’altra proteina chiamata MPG (Matrix GLA Protein) la quale mobilizza il calcio dai tessuti molli e dalle arterie, luoghi dove questo importante minerale può risultare dannoso.
Pare che la maggior parte delle persone soffra per una carenza di questa vitamina e pertanto ciò si ripercuote sulla deficitaria attivazione delle suddette proteine (osteocalcina e MGP) che proteggono ossa, vasi cuore e denti.
Il calcio, pertanto, non è sufficiente a garantire una buona salute delle ossa.
La vitamina D provvede al suo assorbimento nel sangue dagli alimenti mentre la vitamina K2 provvede all’assorbimento del calcio nelle ossa."
Ecco la conferma che la vitamina K2, oltre al resto, è importantissima per i denti, quindi per prevenire la carie, o magari anche eliminarla.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminak2dentigiorgi.htm

Sanihelp.it - Mai più senza K2, consiglia Assolatte, perché è questa la vitamina-chiave per combattere gli effetti ell’invecchiamento: dalla pelle rilassata ai problemi cardiaci, dalle rughe alla carie dentaria, alle vene varicose. Inoltre, se i livelli sono troppo bassi le ossa faticano a mantenere un’adeguata mineralizzazione e cresce il rischio di fragilità ossea e osteoporosi.
È ampio, infatti, lo spettro d’azione della più giovane delle vitamine – perché scoperta molto tempo dopo le altre vitamine ­– e, ricerca dopo ricerca, si continuano a individuare nuovi benefici. Al punto da farla inserire tra i nutrienti indispensabili e da procacciarsi ogni giorno, scegliendo gli alimenti che la contengono naturalmente, come latte, yogurt, burro, formaggi freschi morbidi e fermentati, come Gorgonzola, Taleggio e Brie.
L’attenzione a non farsi mai mancare la vitamina K2 diventa più importante dopo i 50 anni e in casi di menopausa precoce o amenorrea, quando la carenza è documentata. Ma anche l’assunzione prolungata di antibiotici, la malnutrizione, l’abuso di alcol e gravi patologie intestinali o epatiche possono comportare un deficit.
La principale funzione della vitamina K2 è quella di legare il calcio che circola nel sangue, evitando che si depositi nelle arterie e nei tessuti molli, e di dirottarlo nelle ossa. Con due risultati: diminuire il rischio che si formino placche di calcio nelle arterie e aumentare la calcificazione ossea, proteggendo sia dalle patologie cardiovascolari che da quelle legate all’osteoporosi.
La vitamina K2 è anche una garanzia di eterna giovinezza estetica perché contribuisce a mantenere la pelle tonica e senza rughe, come hanno rilevato gli studi condotti sulle popolazioni orientali che ne assumono molta con I cibi, come coreani e giapponesi.
Per assumere i 25-50 microgrammi di vitamina K2 consigliati ogni giorno dai nutrizionisti, bastano 80 g di formaggio fermentato. Invece consumando le tre porzioni giornaliere di latte e yogurt consigliate dai Larn (pari a due bicchieri di latte e un di yogurt) si arriva già a coprire il 15% della rda consigliata. Se nel corso della giornata si consumano anche uova, carne o cereali si aumenta l’intake. Quella assunta tramite il consumo di alimenti lattiero-caseari (ossia il menachinone) viene lavorata dai batteri presenti nell’intestino, che la trasformano in una forma bioattiva.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2giovinezza.htm

Dopo aver rilevato con CERTEZZA che la vitamina K2-mk7, un "ALIMENTO ESSENZIALE", è IMPORTANTISSIMA per la vita animale, e non solo per le ossa, ma anche per moltissimi altri processi più conosciuti e confermati da studi rilevabili su PUBMED, che in sintesi sono: prevenire o guarire LA CARIE, prevenire od eliminare LE RUGHE, prevenire o guarire molte malattie ai reni o eliminare il calcio dalle arterie e da tutte le parti molli dove causano solo disturbi all'individuo. 
Avendo anche certezza che questa vitamina K2-mk7 la si deve ingoiare, contenuta in maggiore quantità nei CIBI NATURALI FERMENTATI, primo fra tutti IL NATTO, ottenuto dalla SOIA FERMENTATA, oppure dai prodotti lattieri FERMENTATI con il difetto di essere grassi, ecco che quest'ulltima proprietà di questo CIBO NATURALE, tanto DEMONIZZATO dalla medicina, quando un cliente ha il COLESTEROLO ALTO, subito il medico di base fà eliminare a questa persona questo CIBI NATURALE.
Non mi permetto di dire che questo comportamento medico sia CRIMINALE, ma ho certezza che questo comportamento LEDE LA SALUTE di questo cliente.
Anche perchè, dato che nessun essere vivente và dal suo simile per farsi curare la salute, ma TUTTI siamo soggetti a malattie, è comprensibile e certo che a guarire TUTTI, noi compresi, sono le DIFESE IMMUNITARIE AUTOPRODOTTE. Però per farlo il corpo dell'individuo ha necessità di ciò che è già nel suo corpo e preposto a questo stabilito da >Madre >Natura e la EVOLUZIONE, e NON DEI PRODOTTI CHIMICI AGGIUNTI consigliati dai medici, frutto delle RICERCHE SCIENTIFICHE proposti da BIG PHARMA. Quindi ad aumentare queste DIFESE IMMUNITARIE non possono essere altro di ciò che per gli animali, già circola nel loro sangue. E chi se non gli "ALIMENTI ESSENZIALI" che il medico propone nella sua richiesta al laboratorio analisi per averne i valori? 
E cosa se non l'ACIDO ASCORBICO, il MAGNESIO, il POTASSIO, la vitamina D, la vitamina K2, il CLORO, il BORO, il FLUORO (e NON il fluoruro di sodio), il SILICIO, elencati in questa tabella del Ministero della Salute:
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/razionerg.htm

Riguardo al CLORO, al BORO, al FLUORO (e NON il fluoruro di sodio), QUANTI IMBROGLI!!!
E' vero che con la CARENZA di ACIDO ASCORBICO possono causare danni, ma quanta voluta DISINFORMAZIONE in proposito!!!
Quelli che dovrebbero essere contenuti nei CIBI di tutti i giorni, mentre i CIBI proposti dalle industrie e che trovi sugli scaffali dei supermercati, di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" non ve ne è neppure più l'ombra. E' perfettamente inutile che si dia la colpa delle nostre disgrazie ai PRODOTTI CHIMICI VELENOSI usati per per le coltivazioni e per allevare il CIBI NATURALE, in quanto essi hanno una grande fortuna, quella di AUTOPRODURSI l'ACIDO ASCORBICO, il quale, in caso difende l'individuo trattato, che se così non fosse, le specie si sarebbero estinte dall'inizio di questi trattamenti.
In proposito è chiaro il dottor Alexis Carrel, un francese Premio Nobel. La pagina recita:
"LE CELLULE SONO IMMORTALI!
ALLORA PERCHE' MORIAMO?
Alexis Carrel dimostrò che le cellule sono immortali facendo vivere il cuore di un pollo per 29 anni!
Ecco qual'è il segreto dell'immortalità e della morte.
In passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.
E' stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.
Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, Al Rockefeller Institutte for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.
Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sua escrescenze.
Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.
Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticato) di eliminare le loro escrezioni.
Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/celluleeterne.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/stitichezza.htm

Oltre quanto descritto sopra, ecco perchè i medici attentano alla nostra vita: i motivi?
1) perchè ora sappiamo che non è il COLESTEROLO la causa degli infarti e degli ictus come dichiarato da questa classe medica, ma le calcificazioni conseguenti alla CARENZA di vitamina K2-mk7.
2) facendo evitare il CIBO NATURALE sopra citato, in derivati del latte, causando la CERTA CARENZA con i conseguenti danni sulla VERA SALUTE.

Sulla SOIA mi permetto di sottolineare la parola  "FERMENTATA" della frase: "assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto)".
Mi permetto di farli in quanto questo è la soia NON FERMENTATA ed usata dalle industrie alimentari:
"Il latte di soia: la verità
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/soialatte.htm

Dell'articolo che parla del FLUORURO DI SODIO devo citare la parte:
"Rischi per la ghiandola tiroidea, il fluoro agisce come smembratore endocrino, sempre secondo NRC 0.01 - 0.03 mg di fluoro per Kg al giorno possono ridurre le funzioni della tiroide in soggetti con basso tasso di iodio, questa riduzione può portare ad un calo dell’acutezza mentale, depressione e aumento di peso corporeo.
Rischio per le ossa, il fluoro riduce la resistenza delle ossa ed espone a fratture, per ora non ci sono dati sul quantitativo di fluoro oltre il quale aumentano i rischi per le ossa, l’unico dato disponibile parla di 1.5 ppm.
Rischio di cancro alle ossa, studi su animali ed umani, inclusi gli ultimi studi dell’università di Harvard hanno stabilito con certezza il collegamento tra fluoro e osteosarcoma (cancro delle ossa) in uomini al di sotto di 20 anni. A questo proposito è disponibile una dettagliata relazione redatta dal National Toxicology Program che ha seguito gli adolescenti monitorati, va detto che purtroppo più della meta di questi soggetti sono deceduti dopo alcuni anni dalla diagnosi dell’osteosarcoma.
Rischi per pazienti sofferenti ai reni, pazienti sofferenti di patologie che coinvolgono i reni hanno manifestato un’alta sensibilità alla tossicità del fluoro, questa sensibilità è dovuta all’incapacità di questi soggetti ad eliminare dal corpo il fluoro assunto. Come risultato si ha una elevata presenza di fluoro nelle ossa ed un aggravamento o insorgenza di un disturbo conosciuto col nome di osteodistrofia renale."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/fluorurodisodiotiroide.htm

Il contenuto totale di fluoro nell'organismo è di circa 2,6 g, principalmente nelle ossa e nei denti. La sua concentrazione nel plasma varia tra 0,15 e 0,20 mg/l. Il fluoro ingerito viene assorbito nello stomaco e nel tratto prossimale dell'intestino tenue. L'assorbimento è rapido ed il livello plasmatico massimo viene raggiunto in 40 - 60 minuti. L'assorbimento del fluoro sotto forma di ioni fluoruro, forma nella quale si trova nell'acqua, è più veloce e più completo di quello del fluoro legato alle proteine, forma nella quale si trova negli alimenti. L'interazione del fluoro con altri ioni presenti nella dieta può influenzare la sua biodisponibilità. L'escrezione avviene principalmente con le urine, con un riassorbimento tubulare di circa il 50 - 60%.

Bassi apporti di fluoro aumentano il rischio di incorrere in carie dentali. L'effetto protettivo del fluoro nei confronti della carie è maggiore nel periodo di formazione dei denti (cioè nei primi otto anni di vita), ma è molto probabile che anche l'adulto continui a ricevere benefici dal consumo di fluoro.

Fabbisogno: non esistendo una specifica, fisiologica richiesta di fluoro, non vengono fatte raccomandazioni sui livelli di assunzione. Apporti adeguati e sicuri di fluoro per gli adulti vanno da 1,5 a 4 mg/die con la dieta e con l'acqua ingerita.

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/fluoroneicibienelsangue.htm

Della parte dell'articolo sopra che dice:
"Bassi apporti di fluoro aumentano il rischio di incorrere in carie dentali."
conoscendo che invece per i denti come per le ossa, la CARIE non sia causata dalla CARENZA di FLUORO, ma dalla CARENZA di vitamina K2 e di SILICIO ORGANICO.
Quindi ritengo di sfatare un inganno perpetrato per almeno un secolo.

La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/soiaverita.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2medicodibase.htm

Da "La vitamina che ti farà vivere 100 anni. Il miracolo della vitamina K2" di Kate Rhéaume-Bleue (2017)
Weston Price (un dentista americano) nei primi decenni del '900 studiò la dentatura e la morfologia della mandibola dei popoli primitivi e la mise in relazione con l'alimentazione.Nel praticare la sua professione di odontoiatra, si accorse che nelle nuove generazioni le affezioni dentali erano più frequenti di quelle che lui aveva riscontrato nella generazione precedente e che addirittura alcuni disturbi erano del tutto nuovi. Oltre ad avere più carie, molti bambini avevano arcate piccole e conseguentemente denti storti. Ragionando sulle possibili cause, il sospetto cadde sull’alimentazione. Egli notò che le condizioni dei denti riflettevano la salute generale del soggetto. Si fece strada nella sua mente che forse la moderna alimentazione era povera di qualche fattore. Ai suoi tempi, esistevano già eccellenti testimonianze di antropologi sulle perfette dentature della gente appartenente a culture non ancora “intaccate” dalla civiltà. Fu allora, che decise di partire alla ricerca delle ultime popolazioni “primitive” del Pianeta o di quelle comunità che ancora si attenevano ad un’alimentazione tradizionale. Egli voleva valutarne lo stato di salute, soprattutto da un punto di vista odontoiatrico. È così che fece più volte il giro del mondo, visitando gli angoli più remoti del pianeta (isole del Pacifico, Alaska, Africa e gli ultimi “paleolitici” dell’Australia). Poté constatare e documentare con eloquenti fotografie che dove questi popoli erano rimasti fedeli alla loro dieta tradizionale, le carie e i denti storti erano praticamente inesistenti; la mandibola era ben sviluppata e le tre parti della faccia ben proporzionate. Studiando invece gli indigeni che avevano iniziato a consumare gli alimenti raffinati e ricchi di zuccheri dei coloni occidentali, egli accertò un notevole aumento del decadimento dentale. Oltre ad un aumento delle carie, i giovani avevano, con sorprendente frequenza, un viso che tendeva ad essere triangolare e questo comportava arcate dentali più strette, poco spazio per i denti che quindi crescevano storti. Questo aspetto del viso strideva, se paragonato ai visi più ovali e alle mandibole più possenti e squadrate degli indigeni che seguivano ancora la dieta tradizionale. Inoltre, gli indigeni che avevano abbandonato i loro alimenti nativi, erano molto meno resistenti alle malattie.
Price riuscì a comprendere che responsabile dell’inevitabile declino fisico non era la presenza di qualche «fattore dannoso»; piuttosto, era «l’assenza di alcuni fattori essenziali». Per dimostrare questa teoria fece analisi chimiche su migliaia di campioni di cibi tradizionali per stabilirne il contenuto nutrizionale, e confrontò i dati con i campioni della dieta americana dei suoi tempi. Scoprì che le diete delle persone sane appartenenti alle culture tradizionali contenevano almeno quattro volte i minerali e le vitamine idrosolubili e almeno dieci volte più vitamine liposolubili rispetto alla media della dieta industrializzata. Price capì che le vitamine liposolubili avevano il ruolo di «catalizzatori» e «attivatori», poiché l’organismo ne ha bisogno per poter utilizzare tutti gli altri nutrienti ricavati dall’alimentazione. In particolare un nutriente, che definì semplicemente «Attivatore X», era diverso dalle altre vitamine liposolubili conosciute, e aveva chiaramente profondi effetti sulla salute dei denti e delle ossa. Price scoprì quella sostanza nelle uova di pesce, nei tuorli d’uovo e nella carne, ma soprattutto nel grasso butirrico delle mucche che mangiavano erba verde che cresceva rapidamente. Fu da quest’ultima fonte che Price creò un olio ricco di attivatore X, col quale formulò un protocollo nutrizionale per la cura delle carie.
Dopo qualche anno due scienziati scoprirono che "l'attivatore X" era la vitamina K (e presero il Nobel).
Noi ormai abbiamo perso talmente memoria di tutto questo, che la dentatura storta è accettata come "normale" nei bambini e la carie attribuita alla scarsa igiene.
Gli esseri umani possono sviluppare una carenza di vitamina K2 in soli sette giorni di dieta con poca vitamina K; e questo è uno dei motivi fondamentali per cui livelli insufficienti di vitamina K2 sono tanto comuni. L’altro motivo principale della grande diffusione di carenza di vitamina K2 è che assumerla dalla nostra dieta è diventato estremamente difficile con i cibi moderni. Quali erano questi «cibi del commercio moderno», come li definì Price, che sembravano avere un effetto tanto nocivo su chi li mangiava? Cibo che poteva essere trasportato per lunghe distanze senza rovinarsi: farina bianca, zucchero bianco, riso bianco, grassi vegetali, prodotti in scatola e altri cibi lavorati, raffinati e privati di qualsiasi sostanza vitale. In altre parole: gli elementi che costituiscono il fondamento della nostra dieta industrializzata.
Quando abbiamo tolto gli animali dai pascoli, inconsapevolmente abbiamo rimosso la vitamina K2 dalla nostra dieta. Gli esseri umani non sono in grado di trasformare la vitamina K1 assunta dalle piante in vitamina K2. Gli animali possono farlo, innanzitutto se nella loro dieta ricevono abbondanti dosi di vitamina K1. I cereali contengono soltanto una parte del precursore della vitamina K2 che si trova nell’erba verde. Quando gli animali pascolavano sui prati, nel cibo a nostra disposizione la vitamina K2 era abbondante. I prodotti principali di una dieta comune, come burro, uova, formaggio e carne, anche se consumati in quantità relativamente esigue, erano in grado di soddisfare il nostro fabbisogno di menachinone. Da quando gli animali vengono nutriti nelle stalle con cereali, non sintetizzano più la vit. K2, di conseguenza noi ne siamo carenti (anche se la carne è "biologica"!).
Il grasso di animali alimentati a erba ha un alto contenuto di menachinone e tende ad avere un colore giallo o arancione più intenso rispetto al grasso di animali non alimentati a erba. Ecco una buona regola da seguire quando si scelgono i cibi ricchi di vitamina K2: in generale, più il grasso è giallo o arancione, maggiore è il contenuto di vitamina K2. Un’altra fonte di proteine grass-fed è la selvaggina. L’anatra, il fagiano, il coniglio, il cervo, il cinghiale (e così via) si nutrono naturalmente di vegetazione verde.
PROBLEMI LEGATI A CARENZA DI VITAMINA K2
osteoporosi
aterosclerosi
aumento del rischio di cancro (tra cui quelli al seno, alla prostata e al fegato)
diabete
vene varicose
cavità dentali
malattia di Crohn
problemi renali
arcata dentaria stretta e denti accavallati
problemi adolescenza
malattie del sistema nervoso e del cervello
In base a ricerche recenti risulta che la carenza di vitamina K2 riguarda la maggior parte delle persone. Uno studio del 2007 ha rivelato che la maggior parte delle persone non ha livelli sufficienti di vitamina K2 per attivare completamente le proteine necessarie a una ottimale salute delle ossa e del cuore. Secondo le attuali conoscenze su come e perché invecchiamo, la mancata percezione di una carenza di vitamina K2 oggi avrà conseguenze nel prosieguo della vita. La carenza di vitamina K2 deve essere considerata un fattore di rischio serio per l’aumento della perdita ossea in postmenopausa, la calcificazione delle arterie, il diabete, l’insufficienza renale in stadio terminale e l’invecchiamento stesso.
Quando c’è abbondanza di vitamina K2, le ossa restano forti e le arterie pulite
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminak2mk7.htm

Però abbiamo notizia che con la vitamina D3 per le ossa è necessaria anche la vitamina K2.
Che se ne sia carenti non lo ritengo vero, in quanto il nostro corpo negli intestini, grazie a 3 (tre) componenti se la AUTOPRODUCE, usando i batteri ESCHERICHIA COLI, che in questo intestino ci vivono in simbiosi, l'ACIDO ASCORBICO ed il LATTOSIO.
"Escherichia coli è un batterio di comune riscontro nell'intestino di uomini ed animali omeotermi. Gram negativo, asporigeno, aerobio - anaerobio facoltativo, di forma bastoncellare, l'Escherichia coli è un normale commensale del colon; ciò significa che vive a spese dell'organismo umano senza arrecare particolari danni o benefici. Si nutre di zuccheri come lattosio e glucosio, che fermenta originando acidi e gas, e contribuisce alla produzione di vitamina K. Per questa loro caratteristica e per la capacità di contrastare la colonizzazione intestinale da parte di patogeni, i ceppi innocui di Escherichia coli possono essere considerati addirittura simbionti; ciò significa che sia loro che l'ospite traggono reciproco vantaggio dalla convivenza."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/vitaminakcoli.htm

Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
La vitamina K2, scoperta negli anni '30 dal biochimico Henrick Dam, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono problemi renali, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 giugno 2017
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminak2neicibi.htm

Mi permetto di riportare questo articolo il quale viene in aiuto, specialmente alle donne che soffrono di VENE VARICOSE.
L'articolo in oggetto recita:
"La vitamina K2 ha l’immenso compito di fissare il calcio nello scheletro. Sì avete letto bene, ma come, non era la vitamina D? Anche. La vitamina del sole (vit. D3) si occupa di far assorbire il calcio a livello di circolazione ematica, ma senza la vitamina K2 il calcio rimane nelle arterie e crea tutta una serie di problematiche, dall’osteoporosi all’ arteriosclerosi (2) (calcificazioni delle coronarie, valvole , VENE VARICOSE,ecc), che sono due facce della stessa medaglia. Come se non bastasse, la vitamina K2 si occupa anche dell’insulino-sensibilità; detto più semplicemente, la sua carenza ha una relazione molto stretta con il diabete di tipo 2."

Oh ma allora i chirurghi che intervengono PERICOLOSAMENTE sulle vene delle gambe, lo fanno VOLUTAMENTE, mancando ai loro clienti la giusta informazione. Ma infine loro guadagnano solo se intervengono in qualche modo. Non importa quale.
Volete dirmi che queste persone non sanno della vitamina K2 e le altre vitamine delle quali la vitamina D3?
Ma allora cosa hanno mai studiato?
Spero che molte donne con le VENE VARICOSE leggano questo articolo e ne traggano la GIUSTA INFORMAZIONE, che queste inestetiche ed a volte doloranti vene possono andarsene da sole con gli "ALIMENTI ESSENZIALI", come sono sparite dalle mie gambe le chiazze di capillari blu con soli l'ACIDO ASCORBICO ed il SELENIO ingoiati con COSTANZA per molti anni..

Come si può rilevare dalla foto, si è fatto e si fà di tutto, anche di elettrico per ingannare le persone sofferenti pur di no svelare il loro recondito segreto pur di mantenere quanto hanno programmato i loro predecessori:
IL POTERE.
L'articolo riporta ancora:
"Si è visto che gli integratori di calcio, da soli, non portano sostanziali vantaggi alle ossa, proprio in virtù dell’errore che commette continuamente la medicina, pensando il corpo sia come a una bottiglia da riempire.
Anzi, sembrerebbe che l’assunzione di integratori di calcio da soli aumenti i rischi cardiovascolari, proprio perché se il calcio non si fissa nelle ossa alla fine va ad accumularsi nelle arterie, nelle coronarie (provocando infarto se le ostruisce), e in tutti i posti che non sono quelli dove deve finire il calcio.
Insomma, più si assume calcio e meno ne finisce nello scheletro, che è lungi dall’ essere una specie di “stampella” inerte, ma è una vera e propria ghiandola endocrina, che ha continui scambi con il resto dell’organismo."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2venevaricoseesinergconaltri.htm

Per rivedere il pensiero di questo FALSO articolo sotto citato, dobbiamo partire da una informazione molto precisa e valida che dice:
"Nel nostro organismo, normalmente avvengono fenomeni di natura elettrica e di natura atomica, sia negli interscambi fra cellula e cellula che all'interno della cellula stessa.
Ogni nostra cellula possiede un equilibrio fra il suo interno ed il suo esterno che si fonda sulla stabilità del potenziale di membrana e sulla regolarità del meccanismo della pompa sodio-potassio.
Tutti gli elementi leggeri (almeno 21) sono essenziali per la vita. Di questi in particolare sono quattro quelli fondamentali: Sodio, Potassio, Calcio e Magnesio.
L'individuo sano possiede:
- tutti gli elementi necessari nella giusta quantità
- un regolare potenziale di membrana e un regolare funzionamento della pompa sodio-potassio
- un sistema immunitario integro ed efficiente
NELL'ORGANISMO SANO, E SECONDO LE NECESSITA', SI PRODUCONO, PER AZIONE DEGLI ENZIMI, DELLE TRASMUTAZIONI DI UN ELEMENTO IN UN ALTRO: IL CALCIO IN POTASSIO O IN MAGNESIO, IL SODIO IN  O MAGNESIO, IL MAGNESIO IN CALCIO, IL POTASSIO IN CALCIO ECC.. IN PARTICOLARE, L'EQUILIBRIO DELLA POMPA SODIO-POTASSIO è SALVAGUARDATA DAGLI ASCORBATI DEI QUATTRO ELEMENTI, CIOE' DALLA SALINIFICAZIONE DI QUESTI ULTIMI OPERATA DALL'ACIDO ASCORBICO
L'organismo equilibrato è in grado di mantenere attivo questo processo e di conseguenza il sistema immunitario preposto a combattere ogni forma di aggressione."
Quindi la parte iniziale dell'articolo non ha ragione di essere:
"Nonostante l’ossessione nella nostra società per assunzione di calcio, gli studi mostrano ripetutamente che le culture con il più elevato consumo di latte e prodotti caseari, e quindi con la più alta assunzione di calcio, presentano la maggiore incidenza di fratture osteoporotiche e di denti in cattive condizioni.
Questa osservazione ha dato origine a quello che viene chiamato il “paradosso del calcio”.
Come è possibile che nel mondo occidentale sono considerati necessari da 1000 a 1500 mg di calcio al giorno per mantenere la salute delle ossa mentre molte altre popolazioni mantengono forti le ossa e i denti in discrete condizioni con l’assunzione di 400 mg o meno di calcio?" "
quindi, NON CONTA la quantità di CALCIO, ma la quantità di ACIDO ASCORBICO ingoiato per la SALINIFICAZIONE  di questo minerale se in eccesso  per trasmutarlo negli altri minerali di cui in eventuale CARENZA.
Un esempio che dimostra chiaramente quanto sopra è quello di un COLOMBO che nel periodo invernale, carente di CIBO, trovandone uno SOLO contenente molto POTASSIO, sicuramente non sapendo che può causargli danni alla salute lo ingoia tranquillamente per mesi.
Naturalmente però tutto questo POTASSIO potrebbe arrecare danni a questo colombo, non solo ma se dipendesse dalla medicina dichiarerebbe questo colombo in IPERKALEMIA o IPERPOTASSEMIA, senza tenere conto che invece Madre Natura non vuole che questo succeda, altrimenti cesserebbe la vita sulla terra, ed ecco che allora questa Madre Natura e la EVOLUZIONE gli vengono in soccorso ed il FEGATO del colombo gli AUTOPPRODUCE dal concepimento alla morte la necessaria quantità di ACIDO ASCORBICO per ovviare e TRASMUTARE per mezzo della SALINIFICAZIONE tutto questo POTASSIO negli altri minerali ESSENZIALI, di cui è carente il CIBO e che ha bisogno per non ammalarsi e rischiare la estinzione.
Accertato che l'ACIDO ASCORBICO ingoiato in giuste dosi, gioca un ruolo molto importante con gli "ALIMENTI ESSENZIALI", equilibrandoli alle sue necessità, riguardo alla OSTEOPOROSI, della quale soffrono milioni di persone e di cui si colpevolizza il CALCIO, sono certo che si debba smettere di colpevolizzare questo MINERALE, ma che si debba rivolgere lo sguardo verso un "ALIMENTO ESSENZIALE" denominato vitamina D (un ORMONE), di cui vi è una CARENZA ACCERTATA su famiglie complete e quindi di tutta la popolazione umana. Per conoscere la CARENZA basta un semplice esame del sangue richiedendo i valori di:
vitamina D
PARATORMONE
CALCIO (che sono CERTO lo si rileverà nel sangue SEMPRE NORMALE)
OMOCISTEINA
vitamina B12
e sono certo che se si ha il COLESTEROLO ALTO si ha CARENZA CERTA di vitamina D.
Questa vitamina D dovrebbe essere AUTOPRODOTTA dal corpo sotto la pelle, trasmutando il COLESTEROLO anch'esso AUTOPRODOTTO dal fegato con l'ausilio dei raggi UV del SOLE, che è fonte di vita per ogni essere vivente, ma a causa della mancata esposizione e della DEMONIZZAZIONE, VOLUTAMENTE si fà evitare la AUTOPRODUZIONE di questo INDISPENSABILE ORMONE vitamina D.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminak2paratormone.htm

Che cosa è così speciale circa la vitamina K2?
La vitamina K è in realtà un gruppo di vitamine liposolubili. Tra i due principali, K1 e K2, quelli che ricevono la massima attenzione sono K1, che si trova in verdure a foglia verde e è molto facile da ottenere attraverso la vostra dieta. Questa mancanza di distinzione ha creato molta confusione ed è uno dei motivi per cui la vitamina K2 è stata trascurata per così tanto tempo.
I tre tipi di vitamina K sono:
La vitamina K1, o il fililoquinone, si trova naturalmente in piante, in particolare nelle verdure; K1 va direttamente al tuo fegato e ti aiuta a mantenere la coagulazione sana del sangue
La vitamina K2, chiamata anche menaquinone, è fatta dai batteri che allineano il tratto gastrointestinale; K2 va dritto alle pareti dei vasi sanguigni, alle ossa e ai tessuti diversi dal fegato
La vitamina K3, o menadione, è una forma sintetica che non consiglio; È importante notare che tossicità è avvenuta nei neonati iniettati con questa vitamina K3 sintetica
Esso svolge anche un ruolo nella rimozione del calcio da aree in cui non dovrebbe essere, come nelle arterie e nei tessuti molli.
"K2 è veramente critico per mantenere le ossa forti e le arterie chiare", dice Rheaume-Bleue.
Ora, la vitamina K2 può essere suddivisa in due categorie aggiuntive, chiamate:
MK-4 (menaquinone-4), una forma di vitamina K2 a catena corta trovata in burro, tuorli d'uovo e alimenti a base di animali
MK-7 (menaquinone-7), forme a catena lunga trovate in alimenti fermentati. C'è una varietà di queste forme lunghe, ma la più comune è MK-7. Questo è quello che vorrai cercare nei supplementi, perché in una forma supplementare, i prodotti MK-4 sono in realtà sintetici. Non sono derivati da prodotti alimentari naturali contenenti MK-4.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminak2storia.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di  morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.

Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."

Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:

"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."

Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2studiclinici.htm

L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
Osteoporos Int. 2013 Sep; 24 (9): 2499-507. doi: 10.1007 / s00198-013-2325-6. Epub 2013 23 marzo.
L'integrazione a tre anni con il trattamento con menzona-7 a basso dosaggio aiuta a ridurre la perdita ossea nelle donne sane in postmenopausa.
Knapen MH1, Drummen NE, Smit E, Vermeer C, Theuwissen E.
Informazioni sull'autore
Astratto
Abbiamo studiato se supplementi di vitamina K2 a basso dosaggio (menachinone-7, MK-7) potrebbero influire positivamente sulla salute delle ossa. Accanto a un miglioramento dello stato di vitamina K, l'integrazione di MK-7 ha ridotto significativamente il declino legato all'età nella densità minerale ossea e nella resistenza ossea. Gli integratori a basso dosaggio di MK-7 possono quindi aiutare le donne in post-menopausa a prevenire la perdita di tessuto osseo.
INTRODUZIONE:
Nonostante i dati contraddittori sulla supplementazione di vitamina K e sulla salute delle ossa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha accettato l'indicazione sulla salute relativa al ruolo della vitamina K nel mantenimento dell'osso normale. In linea con l'opinione dell'EFSA, abbiamo dimostrato che la supplementazione di vitamina K1 (fillochinone) e K2 (menaquinone-4) a dosi elevate a 3 anni ha migliorato la salute delle ossa dopo la menopausa. A causa della maggiore emivita e della maggiore potenza della catena MK-7, abbiamo esteso queste indagini misurando l'effetto della supplementazione di MK-7 a basse dosi sulla salute delle ossa.
METODI:
Donne in postmenopausa in buona salute (n = 244) hanno ricevuto per 3 anni capsule placebo o MK-7 (180 µg MK-7 / giorno). La densità minerale ossea della colonna lombare, dell'anca totale e del collo del femore è stata misurata mediante DXA; sono stati calcolati gli indici di forza ossea del collo del femore. La valutazione della frattura vertebrale è stata eseguita mediante DXA e utilizzata come misura per le fratture vertebrali. Sono state misurate osteocalcina non carbossilata circolatoria (ucOC) e carbossilati OC (cOC); il rapporto ucOC / cOC serviva come marker dello stato di vitamina K. Le misurazioni si sono verificate al basale e dopo 1, 2 e 3 anni di trattamento.
RISULTATI:
L'assunzione di MK-7 ha migliorato significativamente lo stato di vitamina K e ha ridotto il declino correlato all'età in BMC e BMD alla colonna lombare e al collo del femore, ma non all'anca totale. La forza ossea è stata anche favorevolmente influenzata da MK-7. MK-7 ha diminuito significativamente la perdita in altezza vertebrale della regione toracica inferiore nel mid-site delle vertebre.
CONCLUSIONI:
I supplementi di MK-7 possono aiutare le donne in postmenopausa a prevenire l'osso
perdita. Se questi risultati possono essere estrapolati ad altre popolazioni, ad es. Bambini e uomini, è necessario un ulteriore approfondimento.

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2studiopubmed.htm

Per caso, in questi giorni, febbraio 2019, cercando cure per la PSORIASI, della quale soffre un nostra cara amica, ho aperto un file *.PDF che racconta del SILICIO.
Dopo aver letto la prima parte, da inesperto, la prima cosa che mi è venuta da fare è di controllare che questo SILICIO fosse nella RGR, (Razione Giornaliera Raccomandata) per sincerarmi che questo SILICIO è un "ALIMENTO ESSENZIALE" e non una solita PUBBLICITA' SPAZZATURA.
Con mia grande sorpresa è nella lista, ed è proprio l'ultimo:
Il SILICIO con valore massimo    NON DEFINITO
Strano, molto strano. Ma che importanza potrà avere per la VERA SALUTE di TUTTI gli esseri viventi in quanto sia gli animali che i vegetali sono FRATELLI, dato che nel sangue degli animali scorrono gli stessi "ALIMENTI ESSENZIALI", che scorrono anche nelle LINFA dei vegetali?.
A questo punto una domanda: QUANTE INFORMAZIONI NASCONDE IL SISTEMA PER TENERCI MALATI E SCHIAVI?
Lo vediamo insieme?
Prima di procedere ho definito chiaramente che questo SILICIO è uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" nel quale SONO STATO GENERATO, quindi è come tutti loro SCRITTO A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA.
A conferma il file del Ministero della Salute della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata", che elenca, senza ombra di dubbio, TUTTI questi "ALIMENTI ESSENZIALI" che denomina INTEGRATORI, ma dato che personalmente non me la sento di dire di essere stato GENERATO negli INTEGRATORI, mi sono permesso di dare loro una denominazione che ritengo più consona alla mie esistenza al mondo, "ALIMENTI ESSENZIALI".
Questa tabella riporta tra gli altri, stabilendo dei valori massimi giornalieri ammessi nelle confezioni proposte dalle ditte o industrie farmaceutiche che le propongono sul mercato:
vitamina A mcg 1200
vitamina D mcg 25
vitamina E mg 36
vitamina K mcg 105
vitamina C mg 1000
tiamina (vitamina B1) mg 25
...............
potassio non definito
CLORO non definito
calcio mg 1200
fosforo mg 1200
magnesio mg 450
..............
FLUORO mg 4
selenio mcg 83
...............
BORO mg 1.5
sodio non definito
SILICIO NON DEFINITO
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagineAree_1268_listaFile_itemName_5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/silicioorganicoevitaminaK2.htm

L'originale:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/silicioorganico.pdf

Prima di tutto, riguardo a questo articolo non posso fare a meno di iniziare il discorso su un fatto che personalmente ritengo IMPORTANTISSIMO, di cui ti lascio alle tue personali conclusioni dopo che ti avrò spiegato il motivo per cui questa mia opinione..
L'articolo tra l'altro, elenca elementi che stanno nel mio e nel tuo sangue, questo te lo dice il tuo medico facendoti fare l'esame del sangue in qualsiasi momento di bisogno, e se tu un maschio, li hai anche nel tuo liquido seminale maschile, nel quale hai la potenza di GENERARE quello spermatozoo che potrà essere l'inizio di una vita.
Gli incriminati sono:
CALCIO
MAGNESIO
VITAMINA D
VITAMINA B12
i quali l'articolo li chiama "integratori" come imposto da medicina, quindi dal SISTEMA.
Fissato questo ora vediamo insieme il compito di questi denominati "integratori" della quale parola, conoscendone il significato, ora stabiliamone senza ombra di dubbio, se è giusto denominare così, questi elementi elencati dall'articolo, insieme agli altri conosciuti, ad esempio:
ACIDO ASCORBICO (VITAMINA C)
POTASSIO
FERRO, ecc.
"A questo punto una domanda: QUANTE INFORMAZIONI NASCONDE IL SISTEMA PER TENERCI MALATI E SCHIAVI?
Lo vediamo insieme?
Prima di procedere ho definito chiaramente che questo SILICIO è uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" nel quale SONO STATO GENERATO, quindi è come tutti loro SCRITTO A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA.
A conferma il file del Ministero della Salute della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata", che elenca, senza ombra di dubbio, TUTTI questi "ALIMENTI ESSENZIALI" che denomina INTEGRATORI, ma dato che personalmente non me la sento di dire di essere stato GENERATO negli INTEGRATORI, mi sono permesso di dare loro una denominazione che ritengo più consona alla mie esistenza al mondo, "ALIMENTI ESSENZIALI".
Questa tabella riporta tra gli altri, stabilendo dei valori massimi giornalieri ammessi nelle confezioni proposte dalle ditte o industrie farmaceutiche che le propongono sul mercato:
vitamina A mcg 1200
vitamina D mcg 25
vitamina E mg 36
vitamina K mcg 105
vitamina C mg 1000
tiamina (vitamina B1) mg 25
...............
potassio non definito
CLORO non definito
calcio mg 1200
fosforo mg 1200
magnesio mg 450
..............
FLUORO mg 4
selenio mcg 83
...............
BORO mg 1.5
sodio non definito
SILICIO NON DEFINITO
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagineAree_1268_listaFile_itemName_5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/razionerg.htm

dalla pagina:

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/silicioorganicoevitaminaK2.htm

se è giusta questa parola, oppure è il caso che vengano denominati diversamente, cercando una parola più consona al compito svolto da questi. 
Come abbiamo fissato sopra, questi elementi sono nel liquido seminale maschile di TUTTI gli animali al mondo da dove inizia la vita futura, ed anche nel SANGUE di ognuno di loro, e non solo, ma sono anche  nella LINFA dei vegetali dai quali la medicina dice:
"Per ingoiare VITAMINA C (ACIDO ASCORBICO) devi ingoiare frutta e verdura"
Quindi abbiamo certezza che i maggiori fornitori di VITAMINA C (ACIDO ASCORBICO) sono i VEGETALI, quindi, sapendo che questo "ALIMENTO ESSENZIALE" AUTOPRODOTTO da ogni individuo, che per essere presente in ogni parte del suo corpo DEVE obbligatoriamente circolare nella sua LINFA.  
Quindi ho certezza che sono scritti a lettere di fuoco nel DNA di OGNI ESSERE VIVENTE.
Ho anche certezza che sono gli stessi che AUTOPRODUCO le DIFESE IMMUNITARIE, che sono quelle che prevengono e guariscono le malattie.
Quindi personalmente, vergognandomi della parola "integratori" mi sono permesso di denominarli:
"ALIMENTI ESSENZIALI".
Come vedi, scrivo la parola in maiuscolo e tra virgolette, questo per rispetto a questi "ALIMENTI ESSENZIALI", nei quali mio padre mi ha GENERATO, ed è per questo che sono quì a scrivere per te, e ti pare poco?
QUINDI, ALTRO CHE "integratori" che devi ingoiare solo ogni tanto, dei quali il tuo farmacista ti dice di ingoiare solo per un periodo e poi smettere altrimenti ti affaticano i reni ed il fegato!
Lui sà benissimo che invece affaticano i suoi incassi!

Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/alimentiessenzialicosasono.htm

Ho inserito questa pagina perchè riporta solo alcuni di questi "ALIMENTI ESSENZIALI", che dei quali non descrive neppure le esatte informazioni, ma è già una conferma a quello di cui mi occupo ogni giorno per la mia e la tua SALUTE, cercando il modo di farti capire queste GRANDI VERITA'.
L'articolo però riporta che questi "integratori", "ALIMENTI ESSENZIALI" devono essere eventualmente integrati solo dopo i 40 anni, ma prima, il medico gli eventuali esami del sangue li farà fare ai genitori per te, se sono ancora in vita? ROBE DA MATTI!
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/alimentiessenzialidopoi40anni.htm

 

 

                          Sai cosa è il CLORURO DA MAGNESIO ? vai su
                                 
     http://clorurodimagnesio.altervista.org/

                                Ecco invece i siti che potrebbero cambiarti la VITA
                                                      www.dr-rath-foundation.org
                                                      www.massimopietrangeli.net
                                         www.aerrepici.org/forum/forum.asp?FORUM_ID=1

I link che NON ti devi perdere sono: cliccaci sopra poi te li leggi con comodo.

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lapelle.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lettura.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/esperienze.htm

Se NON hai ancora visitato il nostro sito ti consiglio di visitarlo e per capire cosa è l'ACIDO ASCORBICO devi leggere le pagine più importanti che sono: CHI SIAMO, LA DONNA,
SITO SECONDO, SITO TERZO, SITO QUARTO, SITO SESTO,
SITO DECIMO.

                           Quindi clicca per SAPERNE di più sull'ACIDO ASCORBICO
                         
oppure:
                                    http://acidoascorbico.altervista.org/index.html