Crea sito

Per sapere il motivo di queste integrazioni, oltre la mia esperienza, clicca QUI
Per sapere cosa è il PRIMO FLAGELLO umano che si chiama CAFFE'
clicca
QUI Leggi quanto riporta il sito PAGINE MEDICHE "area medica" della CAFFEINA Clicca QUI inoltre è un INSETTICIDA Clicca QUI e lo ZUCCHERO: dannoso e tossico come il CAFFE', l'ALCOOL ed il TABACCO Clicca QUI  Per tutta la documentazione in nostro possesso clicca QUI

Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/alimentiessenziali.htm

Tutto sul MAGNESIO
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/magnesiobase.htm

Tutto sulla vitamina D
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadbase.htm

Per altri articoli sui prodotti CHIMICI
http://digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/detersivi.htm

http://digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/chimicaecasa.htm

http://digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/velenichimici.htm

http://digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/conservanti.htm

I cosmetici: i prodotti per la bellezza e la pulizia della persona cui la PUBBLICITA' SPAZZATURA ce ne presenta un gran bene, riportandoci ad esempio delle figure di ragazze sicuramente molto giovani e con le caratteristiche personali PERFETTE, che proprio per questo MOLTO CONVINCENTI di cui il pubblicista e la ditta che lo propone conoscono benissimo. 
Tanto convincenti che riescono a farsene parecchie VITTIME.
Le chiamo VITTIME in quanto il più delle volte alla scoperta di una patologia non si riesce a venirne a capo della vera causa, dai loro "compagni di merende", anzi il più delle volte ci si sente parlare addirittura di "EREDITARIETA'" parola completamente INVENTATA per lo specifico e non solo, che se si pensa a quanto si è usato sul corpo nel tempo, allora se ne capisce quale ne sia la causa.
A conferma di questo ecco un video molto esplicativo che non ha bisogno di commenti, vero?

http://www.youtube.com/watch?v=J3UwwyZll-Y

che trovi su questa pagina.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/cosmeticivideo.htm

Quanti di noi sanno che esiste e continua ad aumentare l'inquinamento domestico?
Le nostre case sono piene di tossicità, provocate dai materiali con cui sono costruite, dalle pitture e particolarmente dai mille prodotti inquinanti che usiamo con consapevolezza spray, deodoranti per la casa e per la persona. prodotti di pulizia per la casa ed per il copro.
I nostri bambini gattonano ed i nostri AMICI VIVONO e giocano su pavimenti puliti con sostanza inquinanti. Toccano ogni cosa pulita e ripulita da disinfettanti tossici, poi si portano le mani alla bocca mentre i nostri animali, se cade del cibo ci passano addirittura la lingua sopra. L'inquinamento lo mangiano prima di sedersi a tavola, mentre i nostri animali lo mangiano prima di fare il parto nel suo contenitore ben pulito.. Ecco quindi che possiamo comprarci delle zucchine biologiche - sperando che siano davvero biologiche - torniamo a casa e laviamo le zucchine nel lavandino che abbiamo precedentemente lavato con un bel detersivo ad alta tossicità. Dopodichè cuciniamo le zucchine: serviamo a tavola su piatti resi splendenti da uno dei tanti detersivi altamente inquinanti e brillantati con sostanze altrettanto sospette di cui non vogliamo chiederci la composizione.
Ponendo il caso che all'inizio di questa operazione le zucchine fossero davvero biologiche, proviamo a chiederci quanto biologiche siano rimaste alla fine dell'operazione.
Questo è un esempio dei tanti.  
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/detersivi.htm

Triclosan, l'antimicrobico 'killer' del fegato
Un antimicrobico molto comune nei prodotti per l'igiene personale può attaccare il fegato e danneggiarlo seriamente causando la fibrosi epatica o il tumore. A lanciare l'allarme sulla pericolosità del Triclosan, additivo contenuto in molti saponi per le mani e in prodotti per la casa, è uno studio dell'University of California pubblicato sulla rivista 'Proceedings of the National Academy of Sciences'.

"L'aumento della diffusione del Triclosan rappresenta un rischio di tossicità epatica per le persone, superando il vantaggio moderato che può rappresentare come detergente antimicrobico", ha spiegato Robert H. Tukey, docente di chimica e autore dello studio.

Lo studio suggerisce che il Triclosan è pericoloso perché interferisce con lo sviluppo del recettore dell'androstano, una proteina responsabile del metabolismo di sostanze chimiche estranee al corpo. Il danno provocato a questa proteina causa una proliferazione di cellule epatiche e nel tempo una fibrosi epatica. Recenti studi hanno inoltre trovato tracce di Triclosan nel 97% dei campioni di latte materno e nelle urine di quasi il 75% delle persone testate. 
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/saponitriclosan.htm

Gli antitraspiranti agiscono in modo da bloccare le ghiandole sudoripare, che fermano la secrezione di proteine e acidi grassi.
La maggior parte degli antitraspiranti sono realizzati con sali di alluminio come il cloruro di alluminio, il cloridrato di alluminio o di composti di zirconio di alluminio. Poiché sono antitraspiranti cambiano la fisiologia del corpo, e in realtà sono considerati alla stregua di un farmaco negli Stati Uniti e sono regolamentati dalla Food and Drug Administration.
Ogni antitraspirante venduto negli Stati Uniti ha un Drug Identification Number(DIN), indicata in etichetta.
L’esposizione cronica all’alluminio produce neurotossicità
Nel 1986, l‘alluminio è stato riconosciuto come neurotossina negli Stati Uniti. L’EPA statunitense ha stabilito un range di sicurezza per i sali di alluminio nell’acqua potabile pubblica, che è 0,05-0,2 milligrammi per litro.
In una pubblicazione del 2010 la: Neurotoxicology, i ricercatori del Department of Medicine at the University of California hanno mostrato come l’esposizione prolungata ai sali di alluminio provoca neurotossicità.
In un modello animale, l’alluminio è stato dato a bassi livelli per determinare l’accelerazione di invecchiamento cerebrale.
Hanno scoperto che i sali di alluminio possono aumentare i livelli di attivazione gliale, citochine infiammatorie e proteine amiloide precursore all’interno del cervello.
Questi aumenti sono tutti indicativi di invecchiamento cerebrale accelerato.
Il sali di alluminio in modo efficace danno maggiore infiammazione al cervello ed è presente anche nei pazienti di Alzheimer.
Sorprendentemente, i sali di alluminio come alluminio e zirconio sono commercializzati come principio attivo in molti antitraspiranti commerciali.
Lo zirconio alluminio costituisce il 15 per cento o più della maggior parte degli antitraspiranti commerciali!
L’etichetta spesso avvertono i consumatori che il prodotto può causare gravi danni ai reni.
Ecco un esempio di etichetta antitraspirante qui sotto.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/deodorantitraspiranti.htm

Da molto tempo nelle società cosi dette CIVILI, non si pronuncia altro che la parola RICERCA. 
Persino i politici, sperando di creare lavoro, quindi ricchezza si affidano alla parola RICERCA.
Infatti, per la maggior parte delle persone, quando viene pronunciata questa parola, RICERCA, pare che avvenga UN MIRACOLO.
Nel tempo, tutti zitti in attesa che questo MIRACOLO si realizzi.
Per questa parola, si investono delle cosi dette RISORSE, in ogni campo, pur di trovare un qualcosa che crei lavoro e quindi RICCHEZZA.
Bada bene e mi ripeto: RICCHEZZA.
Pare che sia questa RICCHEZZA a dare alla umanità quella felicità e sopratutto la SALUTE, ma purtroppo col tempo ci siamo accorti che non è così.
Mi permetto di dirlo in quanto il frutto di queste RICERCHE pur producendo RICCHEZZA, se non fatte su PRODOTTI NATURALI, il frutto di queste RICERCHE causa danni infiniti alla SALUTE umana e non solo, ma ne causa anche morte prematura.
Il perchè di questo, è che la RICERCA, pur di ottenere un BREVETTO, abbandona l'uso di PRODOTTI NATURALI e si rivolge ai PRODOTTI CHIMICI, perchè i PRODOTTI NATURALI non si possono brevettare.
L'altro motivo inconfutabile è che con i PRODOTTI NATURALI, trovata la ricetta, tutte le persone di buona volontà se lo possono produrre autonomamente come descrive Marino Rossi su facebook e che trovi sotto.
Ora mi collego all'articolo in oggetto dando modo di collegare i DEODORANTI gli INSETTICIDI CHIMICI delle RICERCHE, che si spruzzano in casa per profumare gli ambienti di vita o per eliminare i noiosissimi insetti che riescono ad entrare in questo nostro ambiente, ai PRODOTTI CHIMICI che si spruzzano negli aerei di tutto il mondo, con dei danni visibili solo col tempo.
Infatti un neurologo di Sydney è il personaggio che ha rilevato i danni di questa pratica a cui l'autore dell'articolo si è riferito per darcene informazione.
Riporto quì e sottolineo la parte dell'articolo in oggetto che riporta:
"Oh, un altro! Che succede lassù? Ho in cura parecchi assistenti di volo” disse il neurologo di Sydney quando nel 2013 diagnosticò il Parkinson a Brett Vollus, steward dal 1986 della compagnia di bandiera australiana Qantas. Senza familiarità genetica e non capacitandosi del perché contrasse la malattia, Brett indagò tra i colleghi, scoprendo casi analoghi oltre la media e giunse alla conclusione di un legame con i pesticidi. Per quasi 20 anni, nei voli a lungo raggio, aveva spruzzato – su base settimanale o quindicinale – insetticida nell’aereo con una bomboletta spray in ogni mano, privo di mascherina o protezione per coprirsi almeno bocca e naso."
Da molto tempo nelle società cosi dette CIVILI, non si pronuncia altro che la parola RICERCA. 
Persino i politici, sperando di creare lavoro, quindi ricchezza si affidano alla parola RICERCA.
Infatti, per la maggior parte delle persone, quando viene pronunciata questa parola, RICERCA, pare che avvenga UN MIRACOLO.
Nel tempo, tutti zitti in attesa che questo MIRACOLO si realizzi.
Per questa parola, si investono delle cosi dette RISORSE, in ogni campo, pur di trovare un qualcosa che crei lavoro e quindi RICCHEZZA.
Bada bene e mi ripeto: RICCHEZZA.
Pare che sia questa RICCHEZZA a dare alla umanità quella felicità e sopratutto la SALUTE, ma purtroppo col tempo ci siamo accorti che non è così.
Mi permetto di dirlo in quanto il frutto di queste RICERCHE pur producendo RICCHEZZA, se non fatte su PRODOTTI NATURALI, il frutto di queste RICERCHE causa danni infiniti alla SALUTE umana e non solo, ma ne causa anche morte prematura.
Il perchè di questo, è che la RICERCA, pur di ottenere un BREVETTO, abbandona l'uso di PRODOTTI NATURALI e si rivolge ai PRODOTTI CHIMICI, perchè i PRODOTTI NATURALI non si possono brevettare.
L'altro motivo inconfutabile è che con i PRODOTTI NATURALI, trovata la ricetta, tutte le persone di buona volontà se lo possono produrre autonomamente come descrive Marino Rossi su facebook e che trovi sotto.
Ora mi collego all'articolo in oggetto dando modo di collegare i DEODORANTI gli INSETTICIDI CHIMICI delle RICERCHE, che si spruzzano in casa per profumare gli ambienti di vita o per eliminare i noiosissimi insetti che riescono ad entrare in questo nostro ambiente, ai PRODOTTI CHIMICI che si spruzzano negli aerei di tutto il mondo, con dei danni visibili solo col tempo.
Infatti un neurologo di Sydney è il personaggio che ha rilevato i danni di questa pratica a cui l'autore dell'articolo si è riferito per darcene informazione.
Riporto quì e sottolineo la parte dell'articolo in oggetto che riporta:
"Oh, un altro! Che succede lassù? Ho in cura parecchi assistenti di volo” disse il neurologo di Sydney quando nel 2013 diagnosticò il Parkinson a Brett Vollus, steward dal 1986 della compagnia di bandiera australiana Qantas. Senza familiarità genetica e non capacitandosi del perché contrasse la malattia, Brett indagò tra i colleghi, scoprendo casi analoghi oltre la media e giunse alla conclusione di un legame con i pesticidi. Per quasi 20 anni, nei voli a lungo raggio, aveva spruzzato – su base settimanale o quindicinale – insetticida nell’aereo con una bomboletta spray in ogni mano, privo di mascherina o protezione per coprirsi almeno bocca e naso."
Questo la dice sicuramente lunga su questi PRODOTTI CHIMICI frutto della RICERCA, vero?
La conclusione è che da queste RICERCHE fatte sui PRODOTTI CHIMICI, non si può che ottenere dei VELENI in quanto nulla hanno a che fare con il corpo di TUTTI gli esseri viventi. Di questo, TUTTE le istituzioni responsabili della salute umana lo sanno, ma nessuno se ne preoccupa, difatti i controlli in merito sono ZERO. L'importante per chi questi prodotti li produce è che nessun individuo riesca a provare che quel determinato prodotto gli ha causato quel definito danno, come successo nel secolo scorso alle industrie del tabacco.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/deodorantiincasa.htm

Negli ultimi decenni il ripostiglio delle nostre case si è sempre più riempito di prodotti per la pulizia. Del resto, i supermercati hanno ampi reparti dedicati a questa merce che appare in tutte le marche e forme.
Molte persone ricorrono ancora all'utilizzo della candeggina per polire il piano della cucina, i sanitari, i pavimenti. Tutto è pulito e splendente e privo di germi. La credenza diffusa è che questo sia il modo ideale per proteggere tutta la famiglia.
La verità che emerge ora, però, è di natura differente, almeno per quanto riguarda i prodotti per la pulizia della casa largamente diffusi.
Uno studio ha evidenziato come l'esposizione regolare e a lungo termine ai prodotti chimici per la detersione casalinga aumenti il rischio di danno ai polmoni di una donna simile a quello causato del fumo di un pacchetto di sigarette al giorno.
L ricerca in questione è stata pubblicata sull'American Journal of Respiratory anda Critical Care Medicine. Sono stati esaminati diversi prodotti per la pulizia della casa, inclusi spray ed altri detergenti prodotti con i più comuni ingredienti chimici. Non è stato esaminato l'impatto dei prodotti sul rischio di cancro, ma l'obbiettivo era quello di scoprire come i polmoni possano essere danneggiati e come la loro funzione possa essere compromessa.
Ciò che è emerso è assai interessante.
Sono state esaminate 6000 donne nell'arco di 20 anni con l'idea di studiare l'impatto a lungo termine dei detergenti chimici sulla loro salute respiratoria, compreso il declino della funzionalità polmonare e un'eventuale ostruzione delle vie aeree.
Del gruppo facevano parte sia comune impegnate a fare la pulizia a casa propria, che donne impegnate in questo per professione.
In particolare è stato esaminato il volume respiratorio forzato in un secondo, cioè quanta aria si può espellere dai polmoni in un secondo. Ma non solo è stata analizzata anche la capacità vitale forzata, ovvero quanta aria si può espellere dai polmoni dopo avere fatto un respiro profondo.
Questi fattori respiratori in genere si riducono naturalmente con l'età. ma lo studio ha riscontrato un declino polmonare accelerato dall'uso regolare dei prodotti chimici per la pulizia. Anche fare pulizia con questi detergenti una sola volta a settimana per 20 anni può causare un danno significativo.
Va molto peggio per chi fa pulizie per professione, il cui danno si può peregonare a quello causato dal fumo di un pacchetto di sigarette al giorno per 20 anni.
I ricercatori ipotizzano che siano gli ingredienti dei prodotti per la pulizia a causare dei danni, sfruttando 3 diverse modalità.
* il sistema immunitario si indebolisce
* si attiva l'infiammazione delle mucosa
* si sviluppano danni alle vie respiratorie a livello cellulare, strutturale e tissutale
Cosa fare. dunque, alla luce di queste scoperte preoccupanti per preservare la propria salute?
* si possono usare meno prodotti per la pulizia e ricorrere a delle alternative meno pericolose
*evitare i detergenti spray, quando possibile oppure utilizzarli spruzzando il prodotto su un panno, così da ridurre il numero delle piccole gocce che si respirano
* spolverare ricorrendo a panni in microfibra inumiditi con l'acqua
Lo studio quì citato non è l'unico a mettere in guardia sulla pericolosità dei detergenti per la casa più diffusi. Sono dozzine le ricerche che evidenziano il loro impatto negativo sul nostro corpo. Quello che si sà per ora è ciò che segue:
* uno studio pubblicato su Science nel 2012 dimostra quanto sia dannoso per il Sistema Immunitario vivere in un ambiente troppo sterile
* una ricerca che risale al 2000 pubblicata su Idoon Air illustra come l'uso di detergenti per la casa renda l'aria degli ambienti estremamente inquinata
* uno studio cinese condotto su circa 2300 studenti di 21 scuole diverse ha rilevato che l'uso dei prodotti per la pulizia della casa aumenta il rischio di rinite, un'infiammazione del rivestimento nasale, dal 29% al 97%
* una ricerca del 2010 pubblicata su Current Opinion in Allergy and a Clinical Immunology evidenzia come sia le casalinghe che i professionisti della pulizia, ma anche gli operatori sanitari, siano esposti ad un maggiore rischio di asma, causati in particolare da detergenti spray, candeggina e altri disinfettanti
La verità è che non bisogna per forza ricorrere ai disinfettanti industriali per eseguire delle pulizie ben fatte. E' sufficiente ricorrere a prodotti come aceto bianco, bicarbonato di sodio e sapone di castiglia, magari aggiungendo degli oli essenziali adatti ad abbattere i germi.
Occorre inoltre non accontentarsi di acquistare prodotti con il marchio "ecologico", bisogna leggere le etichette, perchè spesso anche questi contengono ingredienti assai dannosi per la salute.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/prodottichimiciveleno.htm

Ho certezza che grazie al nostro STUPIDO CERVELLO, grande così, ma il più stupido tra tutte le specie animali, al quale basta un elettrodomestico, ossia una TV con una poltrona, che grazie alla SUA STUPIDITA' rende l'individuo CREDULONE E VITTIMA DELLA PUBBLICITA'.
Ricorderò sempre il periodo in cui gestivo una attività in un paesino del cuneese.
Sovente mi vedevo arrivare qualcuno che mi chiedeva un prodotto pubblicizzato, ma non ancora in commercio, dicendo "deve funzionare molto bene", ma mai nessuno mi ha mai chiesto: "SARA' VELENOSO?" come dovrebbe essere logico.
In merito l'articolo in oggetto, in parte recita:
"Hai mai fatto caso che all’interno delle nostre case trovi una montagna di prodotti chimici molto pericolosi e noi non siamo minimamente consapevoli dei rischi?
Ti faccio un esempio… anzi tre! il BICARBONATO DI SODIO, il PERCARBONATO DI SODIO, il CARBONATO DI SODIO. TUTTI PRODOTTI NATURALI.
Forse anche tu sotto il lavandino in cucina hai belli esposti il detersivo per i piatti, il detersivo per la lavastoviglie, il brillantante, lo sgrassante per forno, il prodotto che utilizzi per le pulizie delle superfici e dei vetri.
Ti ho nominato sei prodotti e ho analizzato appena la tua cucina.
Se mi sposto in bagno c’è il disinfettante, il disincrostante, ci sono le pastiglie per il WC, il detersivo per i pavimenti, il sanificante per la doccia, l’anticalcare per la doccia…
Poi mi sposto in lavanderia e lì la lista è infinita.
Addirittura ho scoperto che molte signore tengono in casa più di un ammorbidente per profumare i capi, in quanto il marito preferisce un profumo, i figli ne preferiscono un altro, magari lei per il bucato che va messo nell’armadio come le lenzuola preferisce un altro profumo ancora.
E lì si sprecano i flaconi: c’è il detersivo, ci sono gli ammorbidenti, c’è il pretrattante, c’è lo sbiancante, l’anticalcare per la lavatrice…
Insomma in una brevissima lista ti ho elencato una ventina di prodotti e non ho considerato tutti i profumi che magari sono all’interno delle nostre case, che continuano a rilasciare sostanze chimiche volatili che respiriamo tutto il giorno.
I rischi di questo comportamento, di avere così tanti detersivi all’interno delle case, sono molteplici.
Primo rischio
Il primo rischio a cui sottoponi la tua famiglia è quello di metterli a contatto con sostanze volatili (COV) irritanti.
Anche il detersivo lasciato lì in bella mostra sotto il lavandino o sopra la lavatrice rilascia delle sostanze chimiche che tu durante la giornata respiri anche se non utilizzi i prodotti.
Come te ancora peggio lo fanno i tuoi figli, che sono a contatto con queste cose tutta la vita.
Poi ci stupiamo se ci sono sempre più problemi a livello delle vie respiratorie, malattie asmatiche, la MCS (una malattia che non permette alle persone di respirare).
Secondo rischio
Per far stare tutta questa roba all’interno di casa tua serve spazio, e molto spesso cosa fai?
Lasci i detersivi in bella mostra e facilmente raggiungibili dai bambini che possono entrare in contatto e ahimè, possono anche ingerire questi prodotti, quindi sono molto rischiosi.
Terzo rischio
Quando utilizzi questi prodotti chimici entri in contatto con sostanze chimiche irritanti:
con le mani se stai lavando i piatti
con la tua pelle indossando i vestiti appena lavati in lavatrice
con i polmoni, ad esempio respirando i vapori quando ti fai la doccia dopo averla pulita col classico anticalcare petrolchimico con i polmoni quando accendi il forno dopo che lo hai pulito col prodotto specifico super-bomba chimica che toglie tutte le macchie.
Ecco, c’è un modo per evitare di farsi del male con i detersivi petrolchimici…"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/prodottichimicivelenosi.htm

"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/aromia.htm

Cosa sono e a cosa servono la "SCIENZA" e gli "STUDI SCIENTIFICI"?
non si riesce a capire che noi ora stiamo vivendo in attimo che non è neppure un puntino nella notte dei tempi?
Non si riesce a capire che invece il nostro corpo arriva dalla notte dei tempi, anche se rinnovato e rigenerato di generazione in generazione e variato quel tanto necessario dalla EVOLUZIONE?
Non si riesce a capire che invece il cervello è NUOVO ogni volta e continua ad essere pieno di paure e di INUTILI DOMANDE?
Dico INUTILI poichè ogni risposta, anche la più assurda è sempre buona per il cervello purchè ve ne sia una. Quindi non è importante quale sia la risposta, l'importante è averne una che aiuti a vincere la paura. Ma per fortuna non sono queste a cambiare il ciclo del corpo, il quale sà AUTOGURARSI, e gestire ogni evento, poichè se così non fosse ci saremmo estinti da subito, dall'inizio della vita.
Di questo ne abbiamo l'esempio ogni momento intorno a noi, da ogni animale che divide questo attimo insieme a noi.
Questo è importante capire
Ma..........
... ci mettono sia nei CIBI, quindi nel corpo, che negli ambienti in cui viviamo, quindi nell'aria, ed addirittura sulla pelle adducendo che sono utili alla nostra vita, PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI, dichiarando questi prodotti PROGRESSO verso la CIVILTA' e quindi SCOPERTE SCIENTIFICHE.

Prima è da vedere questo video, è CHIARISSIMO.
https://www.youtube.com/watch?v=kq7W3I8aL-c

e da sentire questo
https://www.youtube.com/watch?v=-UBDSGhW0Go

Chiedo scusa, ma approfittando di questi video che confermano il fatto che con COSTANZA e TENACIA, ci hanno messo in CASA e nei CIBI i più disparati VELENI, e da questo vorrei sottoporre un ragionamento molto importante, tanto importante da fare capire cosa può darela SALUTE e cosa la SALUTE può levarla disilludendo le persone dalla fregature delle parole "SCIENZA" e "PROVE SCIENTIFICHE".
Convivendo con questi, come potremmo non esserne contaminati, e dato che sono PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI, come potremmo non ammalarci di questa malattia?
Il video ne elenca alcuni ed alcuni li aggiungo poichè aggiunti agli oggetti o contenitori che ci portiamo a casa convinti di ottenerne SALUTE, ed altri PRODOTTI CHIMICI (VELENO PURO) che sono aggiunti ai CIBI degli scaffali che inoltre NON CONTENGONO alcun sostentamento poichè RAFFINATI, quindi senza alcun sostentamento. Anzi sui prodotti degli scaffali, vengono dichiarate le calorie che apporta il prodotto perchè ca le mettono tutta per apportarne il meno possibile.
Mi chiedo come potranno fare il calcolo delle calorie gli altri esseri viventi.
Prima di tutto però vorrei determinare senza ombra di dubbio cosa vuol dire la parola:
"SCIENZA"
e di conseguenza che scopo hanno le RICERCHE SCIENTIFICHE, ma sopratutto perchè queste RICERCHE
----------------------

La lista non finisce quì, ma personalmente mi fermo, in quanto sono CERTO che hai capito il mio messaggio e saprai comportarti riguardo alla "SCIENZA" ed alla "PROVE SCIENTIFICHE"d'ora in poi, se vuoi la SALUTE tua e di tutta la tua famiglia.
La conclusione mia, ma non sò se è la vostra: PRIMA CI TOLGONO I CIBI NATURALI, ED AL LORO POSTO CI FANNO INGOIARE DEI CIBI INNATURALI "PROVATI SCIENTIFICAMENTE" CHE CI CAUSANO LE MALATTIE, E POI SI APPELLANO ALLA "SCIENZA" DICHIARANDO DI FARE DELLE "RICERCHE SCIENTIFICHE" PER TROVARE LE CURE NECESSARIE PER RIDARCI LA SALUTE ATTRAVERSO LE VARIE ASSOCIAZIONI, dichiarate senza scopo di lucro: l'"AIRC", LA "FABBRICA DEL SORRISO" E CHI PIU' NE HA NE METTA.
Mi sento tanto preso per i fondelli da questo "SISTEMA", e voi?
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/felceprodottichimiciincasa.htm

L'articolo cita le "PROVE SCIENTIFICHE", e ci si nasconde dietro a queste parole, ma cosa sono queste prove? e sopratutto perchè sono fatte? e a cosa servono?
Le "PROVE SCIENTIFICHE": queste parole sono state inventate dalla industria nel secolo scorso, all'inizio della espansione industriale.
Sono state inventate per convincere i reticenti clienti che avevano paura delle cose nuove, che i loro prodotti NON CAUSANO PROBLEMI AL LORO CORPO e sono affidabili.
Questo è stato sia per l'industria della igiene, che per la industria alimentare
Furono istituite delle testate di informazione sempre gestite dalle industrie dichiarate autonome, ma che di autonomo non hanno proprio nulla. Difatti la maggior parte di queste prove sono finanziate dalle industrie interessate al prodotto. Lascio ad ognuno le vere conclusioni, dato che di mezzo vi è il LUCRO.
Piano piano, con costanza queste industrie sono riuscite ad ingannare i CREDULONI che diedero valore a queste testate aumentando le vendite fino a convincere tutta la popolazione.
Ma cosa si provava e cosa si continua a provare?
PRODOTTI CHIMICI che col nostro corpo NON HANNO NULLA A CHE FARE, che alla fine dopo anni si scopre come per questa ditta, che è solo una delle tante, che i loro prodotti sono CANCEROGENI. Prima di arrivare al cancro però causano diverse malattie nuove di cui nessuno sà del perchè di queste.
Mi permetto in proposito di citare un paio di passaggi dell'articolo che la dicono molto lunga su questo discorso:
Il primo:

“Non abbiamo alcuna responsabilità superiore a quella della salute e della sicurezza dei consumatori e siamo delusi per l’esito del processo. Siamo solidali con la famiglia del ricorrente ma crediamo fermamente nella sicurezza del talco cosmetico, supportata da decenni di prove scientifiche.”
Ed il secondo:
Non è un segreto che molti prodotti per la casa siano tossici per la nostra salute. La scienza conferma la loro pericolosità da anni – non che molti di noi avessimo bisogno di questa conferma; all’interno di questi prodotti sono letteralmente disseminate un certo numero di sostanze chimiche nocive pericolose. Ricercatori nel Regno Unito, per esempio, hanno scoperto che i prodotti domestici come spray anti-insetti, deodoranti, prodotti per la pulizia, cosmetici e altro ancora, contengono un certo numero di sostanze chimiche che causano il cancro.
e l'atro
Gran parte della letteratura scientifica, forse la metà, può essere semplicemente falsa. Studi con campioni di piccole dimensioni, effetti molto piccoli, analisi esplorative non valide e flagranti conflitti di interesse, insieme con l’ossessione di perseguire le tendenze della moda… la scienza ha preso una svolta verso il buio.

E di questo ultimo mi permetto di dire che
"QUESTI PRODOTTI CHIMICI DEVONO ESSERE ELIMINATI DAL COMMERCIO, A QUALSIASI USO SIANO STATI ADIBITI." 
Sono certo che col tempo e anche non troppo lungo, con la informazione questo avrà da succedere.

Johnson & Johnson, multinazionale americana specializzata nello sviluppo di dispositivi medici e nella vendita di prodotti farmaceutici e beni di consumo confezionati, condannata a pagare 72 milioni di dollari alla famiglia di una donna la cui morte per cancro ovarico è legata all’utilizzo, per decenni, di talco prodotto dall’azienda.

La decisione è stata presa lo scorso Lunedì da una giuria dello Stato del Missouri, e The Globe & Mail ha condiviso i dettagli del verdetto:

I giurati nella corte di di St. Louis hanno assegnato alla famiglia di Jacqueline Fox 10 milioni di dollari per i danni effettivi e 62 milioni di dollari per danni punitivi, stando a quanto raccontano gli avvocati della famiglia e i documenti del tribunale. Secondo l’accusa, la Johnson & Johnson, nel tentativo di aumentare le vendite, per decenni non ha ritenuto opportuno mettere in guardia i consumatori che i suoi prodotti a base di talco potrebbero causare il cancro.
Circa 1.000 casi sono stati depositati nel tribunale statale del Missouri, altri 200 nel New Jersey ma questo potrebbe essere solamente la punta di un iceberg. In questo caso specifico, i giurati hanno effettivamente dichiarato Johnson & Johnson responsabili di frode, negligenza, e cospirazione. Jere Beasly, l’avvocato della famiglia della vittima, ha rivelato che, in Johnson & Johnson, “sapevano fin dal 1980 del rischio” ma hanno continuato a “mentire al pubblico, che giace alle agenzie di regolamentazione.”

Il portavoce della Johnson & Jonson, tuttavia, ha continuato a negare queste affermazioni:

“Non abbiamo alcuna responsabilità superiore a quella della salute e della sicurezza dei consumatori e siamo delusi per l’esito del processo. Siamo solidali con la famiglia del ricorrente ma crediamo fermamente nella sicurezza del talco cosmetico, supportata da decenni di prove scientifiche.”

Johnson & Johnson
I “decenni di prove scientifiche” a cui il portavoce si riferisce, a quanto pare, non sono state ritenute sufficienti dai membri della giuria che, probabilmente, sarebbero interessati a sapere chi finanzia tali ricerche. L’osservazione evidenzia anche la preoccupante tendenza alla totale e cieca fiducia nei confronti di tutto ciò che ci viene detto, senza mettere in discussione o effettuare proprie ricerche indipendenti.

Frodi scientifiche indotte da grandi aziende, in questo campo, non sono un segreto e vari esperti medici di tutto il Mondo lo hanno evidenziato e dimostrato in più occasioni.

Il Dottor Richard Horton, corrente Editor-in-Chief di The Lancet, una delle più grandi riviste mediche del Mondo, ha pubblicamente e inequivocabilmente dato la colpa alla comunità scientifica, accusata di negligenza e frode:

Gran parte della letteratura scientifica, forse la metà, può essere semplicemente falsa. Studi con campioni di piccole dimensioni, effetti molto piccoli, analisi esplorative non valide e flagranti conflitti di interesse, insieme con l’ossessione di perseguire le tendenze della moda… la scienza ha preso una svolta verso il buio.

La triste realtà è che i dipendenti di queste grandi aziende stanno dietro i loro prodotti, lavorando per una scienza che, ovviamente, ha in mente i profitti, piuttosto che la sicurezza. Questo è un problema diffuso e allarmante ed è bello vedere sempre più persone che alzano la voce contro queste pratiche.

Marcia Angell, un medico di lunga data, nonché Editor-in-Chief del New England Medical Journal, è un altro professionista che si esprime in questi termini:

Non è un segreto che molti prodotti per la casa siano tossici per la nostra salute. La scienza conferma la loro pericolosità da anni – non che molti di noi avessimo bisogno di questa conferma; all’interno di questi prodotti sono letteralmente disseminate un certo numero di sostanze chimiche nocive pericolose. Ricercatori nel Regno Unito, per esempio, hanno scoperto che i prodotti domestici come spray anti-insetti, deodoranti, prodotti per la pulizia, cosmetici e altro ancora, contengono un certo numero di sostanze chimiche che causano il cancro.

DeodorantiUn altro esempio di un insider che si esprime contro l’industria è Foster Gamble, il diretto discendente di uno dei fondatori della Procter & Gamble (una società simile alla Johnson & Johnson). Lui stesso ha spiegato come preoccupazioni etiche lo abbiano spinto a cambiare direzione.

Quando si tratta di salute, i deodoranti sono, probabilmente, alcuni tra i prodotti peggiori che si possono avere in casa. Questi contengono 2, 5-diclorofenolo (2, 5-DCP), un metabolita del 1,4 diclorobenzene. Questa roba è presente nel sangue di quasi tutti gli americani ed è stata collegata a danni ai polmoni. Secondo il National Resources Defense Council:

I deodoranti sono diventati un fiore all’occhiello in molte case ed uffici, commercializzati con la promessa di creare un ambiente pulito, sano e profumato. Ma molti di questi prodotti contengono ftalati – sostanze chimiche pericolose che causano anomalie ormonali, malformazioni alla nascita e problemi riproduttivi. Dei test indipendenti effettuati dal NRDC su 14 deodoranti per ambienti comuni, hanno evidenziato come, sebbene nessuno presentasse la dicitura ftalati tra gli ingredienti, queste sostanze chimiche erano presenti in 12 prodotti su 14, nell’86 per cento dei prodotti testati, compresi quelli pubblicizzati come “tutto naturale” o “inodore”.

Se l'italiano è la tua lingua leggi sotto.
Se hai cliccato sul traduttore e vuoi leggere la pagina nella tua lingua clicca sulla riga.

il link è: http://www.controinformo.info/controinformo/2016/03/03/johnson-cancro-condanna/1412

 

                         Sai cosa è il CLORURO DA MAGNESIO ? vai su
                                 
    http://clorurodimagnesio.altervista.org/

                                Ecco invece i siti che potrebbero cambiarti la VITA
                                                      www.dr-rath-foundation.org
                                                      www.massimopietrangeli.net
                                         www.aerrepici.org/forum/forum.asp?FORUM_ID=1

I link che NON ti devi perdere sono: cliccaci sopra poi te li leggi con comodo.

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lapelle.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lettura.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/esperienze.htm

Se NON hai ancora visitato il nostro sito ti consiglio di visitarlo e per capire cosa è l'ACIDO ASCORBICO devi leggere le pagine più importanti che sono: CHI SIAMO, LA DONNA,
SITO SECONDO, SITO TERZO, SITO QUARTO, SITO SESTO,
SITO DECIMO.

                           Quindi clicca per SAPERNE di più sull'ACIDO ASCORBICO
                         
oppure:
                                    http://acidoascorbico.altervista.org/index.html