Crea sito

Per sapere il motivo di queste integrazioni, oltre la mia esperienza, clicca QUI
Per sapere cosa è il PRIMO FLAGELLO umano che si chiama CAFFE'
clicca
QUI Leggi quanto riporta il sito PAGINE MEDICHE "area medica" della CAFFEINA Clicca QUI inoltre è un INSETTICIDA Clicca QUI e lo ZUCCHERO: dannoso e tossico come il CAFFE', l'ALCOOL ed il TABACCO Clicca QUI  Per tutta la documentazione in nostro possesso clicca QUI

Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/alimentiessenziali.htm

Tutto sul MAGNESIO
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/magnesiobase.htm

Tutto sulla vitamina D
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadbase.htm

Tutto sulla vitamina K2
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2base.htm

Le malattie guarite dagli "ALIMENTI ESSENZIALI":
http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/malattieguarite.htm

Per altra document. sui dottori clicca QUI e  QUI e  QUI e  QUI e  QUI e  QUI
Per altri documenti sugli antibiotici clicca QUI e   QUI e   QUI e   QUI  e   QUI e   QUI

Altro ragionamento riguardo a questo modo di dire: clicca QUI

 

Premetto e ricordo quanto segue:
LE FECI NON DEVONO ESSERE DURE, MA MORBIDE, ED A VOLTE ANCHE LIQUIDE poichè dipende sopratutto dal CIBO che si è ingoiato il giorno precedente. Sì perchè questi scarti non devono stare giorni negli intestini, ma devono essere subito ELIMINATI.
LE FECI DURE E LA STITICHEZZA SONO PRIMA DI TUTTO LA CAUSA DELLE EMORROIDI, QUINDI LAVORO PER LA CLASSE MEDICA, MA QUANTA SOFFERENZA PER L'INDIVIDUO!
Personalmente la conosco bene, però risolta senza problemi ingoiando l'ACIDO ASCORBICO e la vitamina E
DEVO SFATARE LA CONVINZIONE CHE LE DONNE INCINTE DEBBANO SOFFRIRE DI EMORROIDI, IN QUANTO E' FALSA LA CONVINZIONE CHE SIANO CAUSATE DAL LORO STATO.
Difatti non mi risulta che le femmine delle altre specie soffrano di EMORROIDI, e a voi?
La STITICHEZZA è la malattia più grave di cui soffre la umanità, in quanto è dagli intestini che iniziano TUTTE le malattie possibili. La causa vera di questa STITICHEZZA è la CARENZA certa di ACIDO ASCORBICO. Difatti quando si parla di ACIDO ASCORBICO viene immediatamente collegata la DIARREA. La prova semplice è che nessun essere vivente soffre di STITICHEZZA. Loro non hanno gabinetti e sono certo che non si curano di dove depositano le loro feci liberando i loro intestini.
Questo semplice fatto anche da solo dimostra senza ombra di dubbio che liberare gli intestini è un fatto IMPORTANTISSIMO.
Questi CIBI INNATURALI gli scaffali, quindi delle industrie alimentari, sono la prima causa di STITICHEZZA, la malattia più grave per l'uomo ed è la causa di TUTTE le malattie conosciute e sconosciute poichè è dagli intestini che hanno l'inizio.
La medicina non la considera tale, poichè i suoi interessi sono tutt'altro che la SALUTE UMANA.
La dimostrazione pratica  è che molti di noi, camminando per strada hanno avuto la disavventura di trovarsi le feci di un colombo o di un altro uccello sul vestito.
LE FECI NON DEVONO ESSERE DURE, MA MORBIDE, ED A VOLTE ANCHE LIQUIDE poichè dipende sopratutto dal CIBO che si è ingoiato il giorno precedente. Sì perchè questi scarti non devono stare giorni dagli intestini, ma devono essere subito ELIMINATI.
LE FECI DURE E LA STITICHEZZA SONO LA CAUSA DELLE EMORROIDI, QUINDI LAVORO PER LA CLASSE MEDICA, MA QUANTA SOFFERENZA PER L'INDIVIDUO.
DEVO SFATARE LA CONVINZIONE CHE LE DONNE INCINTE DEBBANO SOFFRIRE DI EMORROIDI, IN QUANTO E' FALSA LA CONVINZIONE CHE SIANO CAUSATE DAL LORO STATO.
Difatti non mi risulta che le femmine delle altre specie soffrano di EMORROIDI, e a voi?
Un altro fatto incontestabile però è che TUTTE le specie, sia animali che vegetali hanno la AUTOPRODUZIONE di questo ACIDO ASCORBICO.
Che sia IMPORTANTISSIMO eliminare gli scarti dal corpo lo conferma il dottor Alexis Carrel, un francese Premio Nobel. La pagina recita:
"LE CELLULE SONO IMMORTALI!
ALLORA PERCHE' MORIAMO?
Alexis Carrel dimostrò che le cellule sono immortali facendo vivere il cuore di un pollo per 29 anni!
Ecco qual'è il segreto dell'immortalità e della morte.
In passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.
E' stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.
Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, Al Rockefeller Institutte for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.
Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sua escrescenze.
Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.
Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticato) di eliminare le loro escrezioni.
Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/celluleeterne.htm

Dalla pagina
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/stitichezza.htm

Un detto di un dottore

William Osler (Bond head, 12 luglio 1849 – Oxford, 29 dicembre 1919) è stato un medico canadese, definito come il padre della medicina moderna.
Nel 1884 Osler ricevette improvvisamente un'inaspettata chiamata da Filadelfia: per il trasferimento del professor Pepper gli veniva offerta la cattedra di clinica medica presso l'Università di Pennsylvania. Nonostante gli sforzi dei professori della McGill, volti a trattenerlo nella sua università, Osler, allettato dalle più ampie prospettive e dai notevoli spazi d'azione offertigli, optò per una risposta affermativa all'invito. Alla McGill University rimaneva l'immane lavoro che Osler vi aveva compiuto; per citare le parole che Harvey Williams Cushing utilizza nella sua biografia di Osler, a loro volta utilizzate da Reid[12]: “[...]ha fondato e supportato un club per studenti di medicina; ha messo in collaborazione la Scuola Medica con l'Università; ha introdotto metodi innovativi per l'insegnamento della fisiologia; ha pubblicato i primi articoli di clinica e patologia di un ospedale canadese;ha operato circa un migliaio di autopsie e realizzato innumerevoli esposizioni al microscopio di campioni molto importanti; ha scritto infinite osservazioni, molte delle quali -bisogna ammetterlo- inutili, ma di cui assai su argomenti di vivo interesse per quel tempo e alcune di importanza capitale; […] ha mostrato il suo coraggio nell'occuparsi delle corsie infestate dal vaiolo, amore per il prossimo nei confronti dei suoi colleghi, dentro e fuori la sua scuola, generosità verso i suoi studenti e fedeltà nello svolgere i suoi compiti; infine le sue molte qualità fuori dall'ordinario gli hanno guadagnato una popolarità mai vista e di un larghezza davvero insolita.
La stampa americana, canadese e inglese non mancò di pubblicare uno "speciale Osler" per celebrare l'avvenimento[43]. Poco dopo i festeggiamenti Osler venne colpito da un acuto attacco di broncopolmonite. Scrive E.G.Reid[44]: "La fine venne per lui leggera e piena di pace, il pomeriggio del 29 dicembre. Egli ci lasciò nella fede assoluta di una gioiosa resurrezione. Molti possono non avere questa fede; e per coloro che lo conobbero fu egli stesso il loro lampo nell'oscurità." I funerali si tennero in gran pompa nella Cattedrale di Christ Church, con la partecipazione di moltissime persone. William OSler merita a pieno titolo di risiedere tra i grandi medici che hanno fatto la storia della moderna medicina, per il suo straordinario interesse verso ogni cosa, per la sua grande umanità, per il fatto che ha rivoluzionato l'insegnamento clinico e scritto un testo fondamentale per la medicina interna.
Il quale ha scritto anche questo detto che ritengo moltissimo importante e che quindi mi ha fatto capire la VERA REALTA':

La persona che prende una medicina deve guarire 2 (due) volte:
deve guarire dalla malattia e
deve guarire dalla medicina
William Oster  
 clicca
QUI

 

Ti propongo ora un ragionamento che ti farà capire il perchè il corpo NON si ABITUA ai FARMACI (CHIMICI), ma per la sua sopravvivenza con la EVOLUZIONE li ELIMINA non permettendogli più quell'effetto desiderato, dando la erronea sensazione di esservisi ABITUATO.

I FARMACI (CHIMICI) a cui il corpo, dopo un certo periodo si abitua, eccone spiegato il perchè questo  detto è FALSO.
E' vero che per una tua patologia, quando il tuo dottore ti prescrive una certa MEDICINA (CHIMICA) e la ingoi o te la fai iniettare per un certo periodo, passato il quale noti che questa MEDICINA NON fà più quell'effetto iniziale desiderato?
Sono certo che se non è successo a te, lo hai già sentito da molte persone e si dice:
QUELLA MEDICINA NON FA' PIU' EFFETTO POICHE' IL CORPO SI E' "ABITUATO" e quindi bisogna chiedere al dottore di farsene dare un'altra.
E chi non ha sentito questa espressione dandola per esatta?
Questo detto è completamente FALSO,
ed è facile spiegarne il perchè:
Allora, quando inizio ad ingoiare o a farmi iniettare quella MEDICINA (CHIMICA), il mio corpo che
NON E' STUPIDO, NON RICONOSCE
questo prodotto estraneo (considerandolo un NEMICO) e e come tale non è in grado di GESTIRE, quindi la prima cosa che fà è quella di sollecitare le DIFESE IMMUNITARIE onde neutralizzare ed eliminare l'intruso poichè considerato un nemico potenzialmente pericoloso alla sua vita.
Però non avendone le DIFESE IMMUNITARIE necessarie all'inizio soccombe a questo PRODOTTO CHIMICO che contenendo quel principio attivo MIRATO, ecco che questo fà il suo visibile effetto producendo quel benessere desiderato.
Però il corpo, rilevando la presenza continua di questo NEMICO per mezzo della AUTOGUARIGIONE e la EVOLUZIONE si dà da fare a produrre quelle difese necessarie e mancanti allo scopo, che però dopo un certo periodo riesce ad AUTO PRODURRE.
Questo SEMPRE con ogni essere vivente od ogni prodotto riscontri estranei al suo DNA, perchè sà benissimo come nel caso delle TOSSINE, PRODOTTO CHIMICO, queste possono portarlo alla morte e quindi la sua reazione è più che naturale in quanto questo corpo non è MAI AUTO LESIVO, ma cerca di conservarsi la vita fino all'ultimo respiro.
Naturalmente quando con la EVOLUZIONE ottiene le necessarie DIFESE IMMUNITARIE, NEUTRALIZZA queste TOSSINE e quindi ne passa l'effetto desiderato che pare benefico. ma che in realtà lo è solo in apparenza, in quanto queste TOSSINE levano SOLO IL SINTOMO e MAI LA MALATTIA.

IL CORPO PERO' PER FARE QUESTO HA DOVUTO IMPIEGARE DELLE ENERGIE, PRELEVANDOLE DALLE GIA' SCARSE CHE STA' IMPEGNANDO PER COMBATTERE CHI O COSA NE CAUSA LA MALATTIA STESSA, E CHE QUINDI NEL TOTALE HANNO INDEBOLITO ANCORA DI PIU' L'INDIVIDUO. ECCO QUINDI ANCHE SPIEGATO IL PERCHE' DI SOLITO IN QUESTO PERIODO EGLI SI SENTE STANCO.

Per noi che ingoiamo ACIDO ASCORBICO e gli "ALIMENTI ESSENZIALI" la stanchezza NON ESISTE PIU', in ogni caso, ed è facile capirne il motivo. Il corpo riceve ciò che è necessario per AUMENTARE le DIFESE IMMUNITARIE NECESSARIE e quindi di conseguenza anche le

ENERGIE. Questo lo ammette anche la medicina tradizionale.

Ad avvalorare questa tesi Linus Pauling riporta quanto dichiara Irwin Stone:

"pagina 107/340------dice Irwin: 1) battericida, 2) disintossica, 3) controlla, 4) è innocuo
Irwin Stone (1972) ha descritto l'ACIDO ACORBICO in relazione alle malattie batteriche nel modo seguente:
1) E' battericida o batteriostatico e uccide o previene la crescita di organismi patogeni.
2) Disintossica e rende innocui le tossine batteriche ed i veleni.
3) controlla e mantiene efficace la fagocitosi.
4) E' innocuo ed atossico, senza danno per il paziente, gli effetti sopramenzionati."

http://digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/originalelp.pdf


Quindi questa è la VERITA', il corpo NON SI E' ABITUATO al PRODOTTO CHIMICO ingerito o iniettato, ma si è DIFESO da morte certa NEUTRALIZZANDO questo NEMICO, ma facendo questo ha tralasciato sicuramente la causa della malattia per cui gli hanno prescritto questo FARMACO.
Se in scarsità di ENERGIE egli non riesce a neutralizzare questo FARMACO (CHIMICO), ecco che questo fà sì che si sviluppino anche le altre malattie descritte sul BUGIARDINO. In caso contrario queste DIFESE IMMUNITARIE NECESSARIE riescono a neutralizzare queste TOSSINE potenzialmente pericolose per la sua vita, ma che a volte ne causano quella famosa PERICOLOSISSIMA DIARREA di cui TUTTI i dottori temono e ce ne hanno sempre dato informazione.
Certo questa DIARREA è quella causata dal corpo che ELIMINA queste TOSSINE non riconosciute e pericolosissime per la sua vita.
E quale altro modo potrebbe usare se non farle uscire dall'unico buco possibile?
Ora a differenza invece consideriamo la DIARREA causata dall'ACIDO ASCORBICO cercando il vero motivo di questa DIARREA perchè grazie al ragionamento fatto sopra si DEMONIZZA.
A differenza dei farmaci (CHIMICI) questo "ALIMENTO ESSENZIALE" ACIDO ASCORBICO è perfettamente riconosciuto dal corpo in quanto dentro questo è stato GENERATO, tanto che come si è visto sopra, è quello che AUMENTA LE DIFESE IMMUNITARIE NECESSARIE (questo nessuno lo può negare), ed ingerendolo ecco che queste difese aumentate vanno ad ELIMINARE quelle TOSSINE che essendo in carenza delle difese necessarie, soggiornavano impunemente in questo corpo causando quelle varie INFIAMMAZIONI (MALATTIE). Quindi il suo primo compito è quello di ELIMINARLE dando al corpo quel sollievo che porta alla salute causando anche, in caso, la DIARREA, unico modo plausibile di uscita per queste TOSSINE.
Ed è per questo motivo che la DIARREA, specialmente agli inizi o quando ci si ciba di CIBI contenenti dei prodotti CHIMICI, DEVE ESSERE CONSIDERATA la BENVENUTA e NON DEMONIZZATA come quella causata dai farmaci, prodotti CHIMICI.
Questo quindi è il vero ruolo dei FARMACI (CHIMICI) che col nostro corpo non hanno nulla a che fare e che allora non possono che essere nocivi, indebolendo ancora di più, le già CARENTI DIFESE IMMUNITARIE, lasciandolo in balia di malattie sempre più gravi che con gli "EFFETTI COLLATERALI" causa altre malattie il più delle volte anche più gravi di questo già lo sia la originale.
Questo fatto giustifica lo stato di indebolimento generale di chi assume questi FARMACI, per esempio durante una banale influenza, che per la guarigione sono richiesti almeno 6-10 giorni necessari alla AUTOGUARIGIONE ed alla EVOLUZIONE per produrre quelle DIFESE IMMUNITARIE necessarie al duplice scopo di neutralizzare sia i microbi invasori che i prodotti CHIMICI (TOSSINE) prescritti per la guarigione.
Mentre per chi ingoia ACIDO ASCORBICO, 3 dosi (10 grammi circa), ogni ora ai primi sintomi, per almeno 4-5-6 volte di seguito, nel giro di un giorno risolve il problema senza averne ridotto nemmeno il suo abituale comportamento, ma sopratutto senza alcun indebolimento, comprensibile nel fatto che il corpo non viene sollecitato a produrre il necessario per le difese ma le difese se le sente aumentare dall'ACIDO ASCORBICO che è preposto a tale scopo.
Ora per chi vuole mantenersi la salute quindi, questi FARMACI, deve evitarli in ASSOLUTO, prevenendo e mettendo il proprio corpo nelle condizioni di non doverli assumere MAI perchè SOLO LESIVI.

Al riguardo la conferma involontaria ci viene dal dottor William Osler (Bond head, 12 luglio 1849 – Oxford, 29 dicembre 1919) è stato un medico canadese, definito come il padre della medicina moderna, scrive:
La persona che prende una medicina deve guarire 2 (due) volte:
deve guarire dalla malattia e
deve guarire dalla medicina
William Oster 

http://digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/williamoslerdottore.htm

 

Marco è un cinquantenne colpito otto anni fa dal morbo di Parkinson. Per ben sei anni ha tentato una terapia attraverso la somministrazione di diversi farmaci nella speranza di curare la sua malattia. Visti i risultati negativi, si è infine rivolto, due anni fa, al neurologo di Viterbo Antonio Costantini, il medico che ha in cura centinaia e centinaia di pazienti affetti dal morbo di Parkinson.
Dopo il trattamento con la Vitamina B1, detta anche Tiamina, i sintomi della malattia sono completamente regrediti, così come accertato dal medico Asl competente. ( Vai al video )
Non si tratta certamente del primo caso, ma questo è l’unico ad avere ottenuta una verifica ufficiale.
Sulla vicenda abbiamo sentito il dottor Costantini.
D: Dottor Costantini, Marco è uno degli ultimi malati che ha curato per il morbo di Parkinson. Quale è la terapia somministrata a questo nuovo paziente ?
R:La terapia che abbiamo somministrato a questo nuovo paziente è sempre la vitamina B1, con dosi necessarie per controllare perfettamente l’equilibrio. Su questa base noi inseriamo la dose di Levodopa, che è il farmaco con meno effetti collaterali che esistono per la malattia del Parkinson, e il risultato è stato una completa regressione dei sintomi.
D: Da quali parametri risulta questa regressione?
R: Dalle schede di valutazione, dai test motori cui viene sottoposto per verificare l’equilibrio, l’eloquio e tutta una serie di funzioni che risultano nella norma.
D: Marco si è sottoposto anche a una visita di controllo alla Asl?
R: Si, lui è un sottufficiale in congedo della polizia; per avere la licenza del porto d’armi è stato sottoposto ad una visita ufficiale per verificarne le condizioni di salute. E’ stato visitato da un fisiatra della Asl per accertare le condizioni fisico-motorie del paziente. Il medico fisiatra che lo ha visitato ha infatti constatato che non presentava più alcun sintomo della malattia e lo ha ritenuto idoneo. Per noi è comune vedere pazienti con malattia di Parkinson con completa regressione dei sintomi in seguito all’introduzione della vitamina B1 nella loro terapia. In questo caso però la completa regressione dei sintomi non l’abbiamo certificata noi ma un medico estraneo al nostro gruppo e si tratta di uno specialista nei disturbi del movimento.
D: Fino a qualche anno fa la malattia del morbo di Parkinson colpiva soprattutto gli anziani, adesso colpisce anche i trenta-quarantenni. Cosa è cambiato in questi anni?
R: Non si sa. Di certo, attualmente si consumano nella alimentazione molti zuccheri semplici che richiedono più vitamina b1 per essere metabolizzati. Quindi pensiamo che possano crearsi situazioni di carenza relativa di Vitamina B1 che potrebbe essere implicata nella patogenesi della malattia a causa dell’alimentazione in cui sia presente un alto contenuto di zuccheri semplici nei cibi. Ci sono già studi che correlano la malnutrizione ai sintomi non motori della Malattia di Parkinson (Mischley L.K1 .Int Rev Neurobiol. 2017;134:1143-1161. doi: 10.1016/bs.irn.2017.04.013. Epub 2017 Jun 9.Nutrition and Nonmotor Symptoms of Parkinson’s Disease.)
D: Quali sono i primi sintomi di questa malattia degenerativa?
R: I sintomi sono tanti perché interessano i sistemi motori; l’olfatto con anosmia, è sicuramente uno dei primi sintomi; l’umore, con depressione; un leggero rallentamento dei movimenti; una leggera rigidità e la mancanza di movimenti volontari; il viso che è amimico. Consideri che il Parkinson interessa i sistemi motori, colpisce le funzioni cognitive, le funzioni emotive, oltre l’olfatto, e l’equilibrio. Provoca movimenti involontari come il tremore, peraltro non presente in tutti pazienti, e questo costituisce uno dei sintomi più ostici da mettere sotto controllo, da sempre.
D: Dopo la riabilitazione è necessario ricorrere anche alla fisioterapia?
R: La fisioterapia è importante perché consente al paziente di recuperare o mantenere i gradi fisiologici di movimento (articolarità), limitati dalla rigidità tipica del parkinsoniano. Esistono esercizi per la stabilità posturale, per l’elasticità muscolare e un training per la deambulazione. Il movimento del parkinsoniano deve essere controllato dalla volontà, perché non è controllato automaticamente dai sistemi colpiti dalla malattia.
dott. Antonio Costantini
Quindi il paziente impara con il terapista a dare un ritmo al proprio cammino, contando a voce i passi o attraverso ausili quali il contapassi. Per i pazienti con disturbi della marcia come il freezing (il paziente si blocca prima o durante il cammino), sono molto utili i puntatori laser che sbloccano il paziente dallo stato di “congelamento” tipico del freezing illuminando la zona antistante i piedi.
D: Dottor Costantini lei ha curato con la vitamina B1 centinaia e centinaia di pazienti colpiti dal morbo di Parkinson. I suoi studi sono stati pubblicati nel 2015 sul sito The National Center Biotechnology. Come ha reagito la medicina ufficiale alla sua cura?
R: E’ stata totalmente ignorata, purtroppo. Non si è incaricato nessuno di smentirci, né di confermare i nostri risultati.
D: Perché secondo Lei?
R: Non ne ho alcuna idea.
D: Negli anni scorsi in collaborazione con l’ospedale San martino di Genova era stato deciso di organizzare una sperimentazione chiamata “doppio cieco” poi abbandonata. Perché?
R: Perché il Ministero non ha dato i fondi per la sperimentazione. Si trattava di 250 mila euro.
D: Quanto costa la cura con la somministrazione della vitamina B1 rispetto alla cura con i farmaci tradizionali?
R: Costa molto di meno; in fiale costa 50 euro l’anno.
D: Mentre la cura con i farmaci tradizionali?
R: Ci sono anche farmaci molto cari di recente produzione.
D: Su internet sono presenti numerosi enti scientifici, associazioni di genitori, neurologi e ospedali che si occupano a vario titolo del morbo di Parkinson. In futuro, cioè oggi, ritiene possibile una collaborazione con altri enti scientifici per cercare di debellare definitivamente questa malattia invalidante per migliaia e migliaia di persone?
R: Noi siamo disponibili ad aiutare chiunque. Attualmente ci sono centinaia di pazienti che si rivolgono a noi attraverso l’invio di e.mail. Un sito web britannico chiamato HealthUnlocked si è molto impegnato, visti i buoni risultati, a diffondere questo tipo di trattamento tra i suoi iscritti: hanno pubblicato delle linee guida con il nostro aiuto. Pertanto, un paziente può anche agevolmente curarsi da solo con forme orali di Vitamina B1. I risultati sono stati ben evidenti, tanto che alcuni utenti hanno potuto fare un elenco di circa 80 disturbi lamentati dai pazienti che regrediscono o migliorano di molto in seguito alla terapia con Tiamina. Talvolta chiedono a noi qualche consiglio per aggiustare la dose in itinere.
Giuseppe Careri
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/parkinsontiaminab1.htm

Il selenio è un elemento che agisce, principalmente, come componente dell'enzima antiossidante glutatione perossidasi, che a sua volta opera insieme alla vitamina E nel prevenire i danni prodotti dai radicali liberi alle membrane cellulari. Il selenio, sottoforma di seleno-cisteina, è contenuto nei siti attivi dell'enzima. Oltre a questa forma, il minerale è presente in altre proteine come selenio-metionina e si ritrova nell'organismo anche nelle sue forme inorganiche seleniti e selenati.
Slenio alimentiGrazie a questa sua capacità di proteggere le membrane cellulari dall'ossidazione, il selenio ha un effetto protettivo nei confronti delle malattie cardiovascolari. Sembra inoltre svolgere un ruolo antagonista nei confronti dei metalli pesanti, come il mercurio, il cadmio e l'argento.
Bassi livelli di selenio sono collegati ad un maggior rischio di cancro, disturbi cardiovascolari, malattie infiammatorie ed altre patologie associate al danno da radicali liberi, inclusi l'invecchiamento precoce e la formazione di cataratta.
Il selenio è un componente essenziale del sistema enzimatico che trasforma la tiroxina (T4) in triiodotironina (T3), e come tale svolge un ruolo di primo piano nel supportare la funzione tiroidea.
La carenza cronica di selenio provoca una malattia del cuore, nota come morbo di Keshan, diffusa in alcune aree della Cina i cui terreni sono particolarmente poveri di selenio.
Non esiste una dose giornaliera raccomandata, ma è certo che in quantità elevate può dare effetti tossici (caduta dei capelli, fragilità delle unghie, nausea, vomito, dolori addominali, diarrea, confusione mentale e odore d'aglio nel fiato).
Per questo motivo il livello di assunzione giornaliero non dovrebbe superare i 400 mcg, limite piuttosto difficile da raggiungere con la sola alimentazione.
La dose consigliata di selenio per gli adulti è di 50‐55 microgrammi al dì.
Nelle gestanti e nelle nutrici la dose raccomandata negli Stati Uniti è pari a 65‐75 mcg/die.
Nei neonati fino a 6 mesi la dose quotidiana consigliata è pari a 10 mcg, sale a 15 mcg tra 6 mesi ed 1 anno, a 20 mcg tra 1 e 6 anni, a 30 mcg tra i sette ed i dieci anni, e a 40 mcg tra gli 11 ed i 14 anni.
Selenio negli alimenti
Il selenio si concentra soprattutto negli alimenti di origine marina e nelle frattaglie. Il livello del minerale nei vegetali è invece proporzionale alla sua abbondanza nel terreno. Le famose patate al selenio vengono prodotte spargendo il minerale sul suolo al momento della concimazione. Crescendo in un ambiente ricco di selenio le patate accumulano una maggiore quantità del minerale, anche se la sua effettiva biodisponibilità ed i relativi, possibili, benefici sulla salute sono ancora poco chiari.
Il selenio presente negli alimenti sottoforma di selenioamminoacidi solforati (selenio-cisteina e selenio-metionina) è maggiormente assorbibile dei seleniti e dei selenati normalmente contenuti negli integratori alimentari. Il selenio agisce in sinergia con la vitamina E, per questo motivo i due princìpi nutritivi sono frequentemente associati negli integratori alimentari ad azione antiossidante.
I LARN consigliano per l'adulto un apporto di selenio pari a 55 microgrammi/die.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova03/Immagini/selenio.htm

Mi permetto di riportare una prova alle mie certezze che però purtroppo non sono le certezze di tutti in quanto la medicina avendo seminato bene per molti anni per raccoglierne i frutti, ha reso le persone increduli verso queste mie, anzi sono fermamente convinte della onestà dei personaggi che guidano questa medicina non rendendosi conto invece delle loro FALSITA'.
Per mia fortuna, molte persone, con esperienze vissute sulla propria pelle, hanno ora dei sospetti di questo ma non ne hanno la certezza, ed a questo punto con loro, mi permetto di dare certezza alla loro incertezza con articoli come questo.
Dalla mia esperienza personale di 27 anni, dal 1992 e dalle esperienze di molte persone abbiamo certezza che gli "ALIMENTI ESSENZIALI" lavorano in sinergia, quindi più di uno per ogni problema. 
L'altra certezza e non solo personale, ma anche della medicina è che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" sono nel sangue di TUTTI gli animali, e sono loro che INSIEME AUTOPRODUCONO LE DIFESE IMMUNITARIE, il cui compito è di difendere il corpo dell'individuo.
Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/alimentiessenzialicosasono.htm

Avendo queste certezze ecco che con l'articolo in oggetto che è uno studio sulla TIROIDE, elenca di aver provato 3 (tre) "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati dalla medicina "integratori", che personalmente non ammetto di avere degli "integratori", conoscendo il significato di tale parola, nel mio corpo, figuriamoci nel mio sangue e nel mio liquido seminale maschile, nel quale liquido seminale di mio padre sono stato GENERATO, (vorrebbe dire accettare di essere stato GENERATO NEGLI "integratori"):
il SELENIO (Se)
l'ACIDO ASCORBICO-vitamina C
e lo ZINCO (Zn)

Lo studio riportato in oggetto recita:
"risultati
Tra i pazienti con malattia della tiroide, né la vitamina C, né Zn né Se correlavano con nessuno dei seguenti parametri: età, sesso, BMI, peso corporeo, scintigrafia tiroidea, ecografia, funzione tiroidea o anticorpi tiroidei. La proporzione di pazienti con malattie tiroidee benigne con concentrazioni di analita al di sotto dei livelli di riferimento esterni è stata dell'8,7% dei casi di vitamina C; 7,8% per Zn e 20,3% per Se. Bassi livelli di Se nel gruppo di controllo sono stati trovati nel 12%. I livelli di Se erano significativamente diminuiti nei casi di tiroidite subacuta e silente (66,4 ± 23,1 µg / le 59,3 ± 20,1 µg / l, rispettivamente) e nel carcinoma tiroideo follicolare e papillare. Il livello medio di Se nel gruppo di controllo era 90,5 ± 20,8 µg / l.
Conclusione
L'H0 può essere accettato per i livelli di vitamina C e zinco mentre deve essere rifiutato per Se. I pazienti con malattie tiroidee benigne o maligne possono presentare bassi livelli di Se rispetto ai controlli. Bassi livelli di vitamina C sono stati trovati in tutti i sottogruppi di pazienti."

Quindi posso concludere, senza ombra di dubbio che prima di sottoporre un individuo ad intervento chirurgico, TANTO DI MODA, sarebbe bene che la medicina facesse fare a questo individuo un esame del sangue e se non è la medicina a farlo, consiglio all'individuo di farsi fare l'esame del sangue dal suo medico di base, rilevando quindi i valori di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" e se il risultato è la CARENZA, di sottoporla al suo medico portandogli questo studio come esempio richiedendo di correre ai ripari evitando l'intervento chirurgico provando prima ad eliminare queste eventuali CARENZE.
Ritengo che l'asportazione di un organo sia controproducente per l'individuo, in quanto se >Madre >Natura prima e la EVOLUZIONE poi lo hanno inserito nel suo corpo, hanno ritenuto che fosse importante averlo, quindi non riesco a capire il comportamento di un personaggio che decide di modificare il funzionamento del corpo eliminando questo importantissimo organo, come lo sono ogni altro organo che formano questo individuo. 

In riferimento agli "ALIMENTI ESSENZIALI" ho appena riportato su di uno di questo, il SILICIO ORGANICO, che insieme ad altri, come l'ACIDO ASCORBICO e la vitamina D  guariscono la PSORIASI, malattia considerata inguaribile.  
In proposito la pagina recita:
"In seguito alla scoperta che la PSORIASI, conosciuta come malattia inguaribile, è una malattia cui un "ALIMENTO ESSENZIALE":
il SILICIO ORGANICO, coadiuvato da un altro "ALIMENTO ESSENZIALE":
la vitamina D,
e naturalmente con TUTTI gli altri "ALIMENTO ESSENZIALE" iniziando dall'ACIDO ASCORBICO AUTOPRODOTTO da tutti gli altri esseri viventi escluso l'Homo Sapiens, che stanno nel sangue animale, quindi anche nel sangue umano, e che sono quelli che TUTTI insieme AUTOPRODUCONO quelle DIFESE IMMUNITARIE indispensabili per difendere l'organismo prevenendo o guarendo le malattie, quindi anche questa malattia la PSORIASI.
Come mai noi non lo sappiamo?
Ma sopratutto, come mai la medicina la malattia la PSORIASI la dichiara inguaribile?
Penso che sia inutile porsi queste domande, in quanto la risposta non cambia, è sempre la medesima:
TROPPI INTERESSI girano intorno a questa malattia, come è per molte altre malattie invalidanti a cui si dedica la RICERCA delle industrie che ogni tanto propongono PRODOTTI CHIMICI (VELENOSI), frutto di queste RICERCHE SCIENTIFICHE che servono per guadagnare molto denaro puntando sul "PROVA" promosso dalla pubblicità, anche se in effetti l'individuo che soffre di queste malattie che a furia di "PROVA" sà benissimo che questi prodotti sono PURA ILLUSIONE, ma che per scrupolo di coscienza ed una speranza mai perduta, finisce per "PROVARE" con la infinita gioia del produttore.
Quindi questa pagina vorrei dedicarla ad una GUARIGIONE da questa PSORIASI, un disturbo sulla pelle invalidante per chi ne soffre, che come sappiamo, dichiarata inguaribile dalla medicina, la cui dichiarazione ora posso dire che è FALSA.
Se mai, come ogni altra malattia NON DEVE ESSERE GUARITA, poichè troppe persone ne traggono enormi profitti da questo disturbo. Peccato però che a volte questo disturbo causa dei danni morali che incidono molto negativamente sulla qualità di vita dell'individuo che ne soffre.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/acidoascorbicoselenioezincotiroide.htm

 

                        Sai cosa è il CLORURO DA MAGNESIO ? vai su
                          
http://acidoascorbico.altervista.org/prova30/index.html

                                Ecco invece i siti che potrebbero cambiarti la VITA
                                                      www.dr-rath-foundation.org
                                                      www.massimopietrangeli.net
                                         www.aerrepici.org/forum/forum.asp?FORUM_ID=1

I link che NON ti devi perdere sono: cliccaci sopra poi te li leggi con comodo.

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lapelle.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lettura.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/esperienze.htm

Se NON hai ancora visitato il nostro sito ti consiglio di visitarlo e per capire cosa è l'ACIDO ASCORBICO devi leggere le pagine più importanti che sono: CHI SIAMO, LA DONNA,
SITO SECONDO, SITO TERZO, SITO QUARTO, SITO SESTO,
SITO DECIMO.

                           Quindi clicca per SAPERNE di più sull'ACIDO ASCORBICO
                         
oppure:
                                    http://acidoascorbico.altervista.org/index.html