Per sapere il motivo di queste integrazioni, oltre la mia esperienza, clicca QUI
Per sapere cosa è il PRIMO FLAGELLO umano che si chiama CAFFE'
clicca
QUI Leggi quanto riporta il sito PAGINE MEDICHE "area medica" della CAFFEINA Clicca QUI inoltre è un INSETTICIDA Clicca QUI e lo ZUCCHERO: dannoso e tossico come il CAFFE', l'ALCOOL ed il TABACCO Clicca QUI  Per tutta la documentazione in nostro possesso clicca QUI

Devo fare presente che la vitamina B12 è legata alla LISINA anche per ovvi motivi: la AUTOGUARIGIONE:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/lisina.htm

Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/alimentiessenziali.htm

Tutto sul MAGNESIO
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/magnesiobase.htm

Tutto sulla vitamina D
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadbase.htm

Su questa pagina in formato PDF scaricabile il contenuto in "ALIMENTI ESSENZIALI del BURRO; CIBO NATURALE:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/burroemargarina.pdf

Per conoscere 15 segnali di CARENZA della vitamina D, contenuta dal BURRO, la pagina in formato PDF scaricabile:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminad15segncarenza.pdf

Per conoscere rimediare alla CARENZA della vitamina B12, contenuta dal BURRO, la pagina in formato PDF scaricabile:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminab12carenza.pdf

In seguito alla esperienza scritta su facebook:
https://www.facebook.com/groups/1415891408656788/1594920880753839/?notif_t=group_comment_reply

di Marino Rossi
"Pensa Gigi Mar k a mia mamma di 88 anni purtroppo con alzhaimer non erano mai state analizzate ne' la vitamina D ne' la b12. Quando su mia richiesta (tardiva purtroppo non conoscevo ancora il mondo degli alimenti) il risultato fu x la D e carenza assoluta x la B12, mi feci una domanda..: ma ci dovevo pensare io a farle analizzare o ci dovevano pensare i ns medici anni fa??.. Non la presi benissimo.. E qui mi fermo."
Questa è la testimonianza di Marino Rossi sulla esperienza vissuta da lui con la madre malata di alzhaimer.
Da questa vorrei partire ed invitare tutti i familiari di malati che soffrono di questa malattia di far loro fare un semplice esame del sangue richiedendo:
come indicato sotto.

http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/vitaminaDB12alzhaimer.htm

quindi si tirano delle conclusioni al riguardo di queste carenze...

Per verificare la quantità di vitamina B12 vengono prescritti alcuni esami del sangue da laboratorio. Si raccomanda di non ingerire liquidi e di non mangiare nelle ore che precedono il prelievo. Gli esami del sangue non devono limitarsi esclusivamente alla vitamina B12, ma è importante che comprendano anche i folati e l’omocisteina. Come abbiamo già ripetuto, la vitamina B12 può trovarsi nell’organismo in forma non attiva, soprattutto se si segue una dieta vegetariana o vegana e si consuma un gran quantitativo di erbe e alghe dove la B12 in forma non attiva è abbondante. In questo caso un test circoscritto alla cobalamina potrebbe non evidenziare alcuna carenza perché di fatto essa è presente nel corpo, soltanto in una forma che non è utile. Per un test attendibile e veritiero c’è la necessità di effettuare esami incrociati di omocisteina e acido folico. Quando l’omocisteina è molto alta e l’acido folico nella norma, la vitamina B12 potrebbe non essere in forma attiva. Prima del test è importante informare il medico se c’è una cura farmacologica in corso o se si è sotto l’effetto di farmaci perché questo potrebbe influenzare l’esito dell’esame. Il consumo di alcool e lo stato di gravidanza possono alterare occasionalmente i valori, si raccomanda pertanto di comunicare ogni possibile influenza circostanziale a chi esaminerà il test. I valori nella norma di cobalamina sono generalmente compresi fra i 200 e i 900 pg/mL (psicogrammi per millilitro), ma questo varia da soggetto a soggetto e perfino da laboratorio a laboratorio. Valori al di sotto di quella soglia possono evidenziare – oltre ad anemia perniciosa, rimozione di tratti intestinali e difficoltà ad assimilare la vitamina B12 di cui abbiamo già discusso – anche ipertiroidismo, infezione da tenia o anemia da carenza di acido folico. Alti livelli di vitamina B12 sono riscontrabili in persone obese, malati di diabete, con problemi ai reni, in presenza di malattie epatiche e di rare forme di leucemia, benché questo test non sia solitamente prescritto per la diagnosi di tali patologie.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/vitaminab12test.htm

Dato che abbiamo certezza che i valori di riferimento sono giudicati bassi come è per l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C) ecco che siamo certi che anche quelli di questa vitamina B12 siano tenuti bassi. Come riporta l'articolo sotto:
"il fabbisogno giornaliero è relativamente basso, 2.4 µg (microgrammi) al giorno secondo le linee guida italiane.
che si può rilevare dalla RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
vitamina B12       mcg  25
da questo link:

http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/razionerg.htm

quindi quali danni causerà la CARENZA di questa vitamina, e quale danni la CARENZA di questa vitamina B12 con la CARENZA di vitamina D3 in abbinamento?
Questo è tutto da rilevare, e noi ci daremo da fare per farlo.

Per verificare la quantità di vitamina B12 vengono prescritti alcuni esami del sangue da laboratorio. Si raccomanda di non ingerire liquidi e di non mangiare nelle ore che precedono il prelievo. Gli esami del sangue non devono limitarsi esclusivamente alla vitamina B12, ma è importante che comprendano anche i folati e l’omocisteina. Come abbiamo già ripetuto, la vitamina B12 può trovarsi nell’organismo in forma non attiva, soprattutto se si segue una dieta vegetariana o vegana e si consuma un gran quantitativo di erbe e alghe dove la B12 in forma non attiva è abbondante. In questo caso un test circoscritto alla cobalamina potrebbe non evidenziare alcuna carenza perché di fatto essa è presente nel corpo, soltanto in una forma che non è utile. Per un test attendibile e veritiero c’è la necessità di effettuare esami incrociati di omocisteina e acido folico. Quando l’omocisteina è molto alta e l’acido folico nella norma, la vitamina B12 potrebbe non essere in forma attiva. Prima del test è importante informare il medico se c’è una cura farmacologica in corso o se si è sotto l’effetto di farmaci perché questo potrebbe influenzare l’esito dell’esame. Il consumo di alcool e lo stato di gravidanza possono alterare occasionalmente i valori, si raccomanda pertanto di comunicare ogni possibile influenza circostanziale a chi esaminerà il test. I valori nella norma di cobalamina sono generalmente compresi fra i 200 e i 900 pg/mL (psicogrammi per millilitro), ma questo varia da soggetto a soggetto e perfino da laboratorio a laboratorio. Valori al di sotto di quella soglia possono evidenziare – oltre ad anemia perniciosa, rimozione di tratti intestinali e difficoltà ad assimilare la vitamina B12 di cui abbiamo già discusso – anche ipertiroidismo, infezione da tenia o anemia da carenza di acido folico. Alti livelli di vitamina B12 sono riscontrabili in persone obese, malati di diabete, con problemi ai reni, in presenza di malattie epatiche e di rare forme di leucemia, benché questo test non sia solitamente prescritto per la diagnosi di tali patologie. vitamina b12 cartoon
Test di Schilling 

http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/vitaminaB12valori.htm

Concentrazioni comprese tra 180-914 ng/lo 150-900 pg/ml.
Fonte: MedScape
(Attenzione, gli intervalli di riferimento possono differire da un laboratorio all'altro, fare quindi riferimento a quelli presenti sul referto in caso di esami del sangue ed urina.)
Descrizione
La vitamina B12 (o cobalamina) è essenziale per la sintesi del DNA e necessaria per la formazione delle cellule del sangue, della guaina dei nervi e di alcune proteine, e viene utilizzata nel riciclo dell’omocisteina e dei folati.
La carenza di questa vitamina può causare l’anemia megaloblastica, la neuropatia periferica e anche la demenza.
Viene immagazzinata in grandi quantità nel fegato e il fabbisogno giornaliero è relativamente basso, 2.4 µg (microgrammi) al giorno secondo le linee guida italiane. Grazie a questa buona disponibilità, in media gli adulti hanno nel proprio fegato una scorta di vitamina B12 sufficiente per parecchi anni e le carenze nutrizionali di solito non causano sintomi finché le scorte non sono esaurite.
La carenza di vitamina B12 si manifesta talora tra i vegani (che non consumano nessun alimento di derivazione animale) e nei loro figli neonati, se vengono allattati al seno.
La vitamina è presente in tutte le proteine di origine animale ed il suo assorbimento comincia nello stomaco e termina nell’ileo, grazie all’associazione con il fattore intrinseco. Eventuali interferenze durante questo processo possono causare carenze.

http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/vitaminaB12test.htm

Vitamina B12
Carenza e Fabbisogno
La carenza di vitamina B12 induce una malattia nota come anemia perniciosa, caratterizzata da alterazioni del anemie sideropeniche(da carenza di ferro), questa malattia è dovuta non tanto alla carenza del minerale, quanto alla penuria di eritrociti. Il complesso vitaminico B12 è infatti fondamentale per la sintesi di globuli rossi da parte del midollo osseo. Proprio questa sua funzione primaria è particolarmente nota nel mondo dello sport dove la cianocobalamina rientra, insieme al ferro e all'acido folico, nei prodotti destinati a risolvere casi di "pseudoanemia da sport".
Il fabbisogno quotidiano di vitamina B12 è veramente modesto, ma comunque essenziale. La dose giornaliera richiesta per l'adulto è di circa 2 - 2,5 µg, mentre i depositi presenti nell'organismo ammontano a circa 4 mg. Il fabbisogno aumenta leggermente durante la gravidanza e l'allattamento.
Fonti Alimentari
Le fonti di vitamina B12 sono essenzialmente di origine animale (fegato, latte e derivati, carne di manzo, uova); per questo motivo i rischi di carenza sono più concreti nei vegetariani. Una dieta di questo tipo seguita dalla madre in gravidanza può essere molto pericolosa per il nascituro.
Va detto, per contro, che la B12 è l'unica vitamina idrosolubile di cui esistano riserve importanti nell'organismo che, concentrate a livello epatico, riescono a coprirne il fabbisogno per lunghi periodi di tempo (fino a tre - cinque anni).
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminaB12.htm

Fin'ora, parlando di vitamina B 12, specialmente ricordata per la CARENZA dei vegani ed ai vegetariani, collegandola alla sola malattia ANEMIA PERNICIOSA, ora scopriamo che la CARENZA di questa vitamina le malattie GRAVI causate, sono molte di più.
Da un pò di tempo a questa parte, con la scusa di "RISPETTARE GLI ANIMALI, DEMONIZZANDO" (vorrei lo dicessero ad un leone), i CIBI NATURALI con FALSE PAROLE o con video a dir poco sconvolgenti, che non sò se meno condannabile chi in quel video ci lavora o chi il video lo fà e lo mette in rete.
Resta il fatto che tutte queste persone, voglio pensare che lo facciano INCONSAPEVOLMENTE, partecipano a due fatti. Il primo e più importante, a far causare MALATTIE causa CARENZA di vitamina B12.
Il secondo è per sostituire questi CIBI NATURALI e si consiglia di ingerire i CIBI DI SOIA, poco consono col nostro corpo.
Ora per capirci meglio è necessario che si faccia un semplice ragionamento.
Abbiamo certezza che questa vitamina B12 è SOLO nei CIBI DI ORIGINE ANIMALE, quindi non la troviamo nei vegetali.
Sappiamo anche che Madre Natura prima e la EVOLUZIONE poi hanno tenuto questo fatto invariato nel tempo.
HO CERTEZZA quindi che se Madre Natura e la EVOLUZIONE avessero ritenuto DANNOSI questi CIBI, e data la IMMENSA importanza per la nostra SALUTE di questa vitamina B12, sono certo che avrebbero fatto sì che questa venisse spostata anche e sopratutto nei CIBI VEGETALI.
Quindi devo proprio dedurre che le persone che DEMONIZZANO i CIBI di origine animale lo facciano in MALA FEDE.
Lo dimostra questo articolo che elenca CHIARAMENTE le malattie che causa la CARENZA di vitamina B12, e NON SONO POCHE ED IMPORTANTI:

COSA E' LA VITAMINA B12?
La vitamina B12 appartiene al complesso delle vitamine B e in natura è prodotta da microganismi come batteri, funghi o alghe. Come la maggior parte delle vitamine, anche la B12 non può essere sintetizzata direttamente dal corpo umano, e deve perciò essere assunta tramite la dieta che riveste quindi un'importanza fondamentale per soddisfare il fabbisogno quotidiano. La vitamina B12 è formata da un insieme di sostanze tra cui le più note sono la cianocobalamina e l'idrossicobalamiona, è una vitamina idrosolubile e viene anche chiamata cobalamina in quanto nella sua struttura presenta un atomo di cobalto centrale. Per essere assorbita dal nostro organismo deve legarsi a una sostanza secreta dalle cellule parietali dello stomaco, il fattore intrinseco. Il legame con il fattore intrinseco farà si che la vitamina B12 venga riconosciuta da uno specifico recettore cellulare e introdotta all'interno della cellula.
I valori plastici normali che riscontriamo nelle analisi del sangue sono: 200 - 1000 mcg/100 ml.
A COSA SERVE? PROPRIETA' E BENEFICI.
La funzione principale della vitamina B12 è di partecipare al processo si sintesi dei globuli rossi nel midollo osseo attraverso la regolazione della sintesi dell'emoglobina e la sintesi del DNA. Il suo ruolo principale è quindi quello di promuovere la crescita dei globuli rossi in formazione. La sua azione ei esercita insieme all'ACIDO FOLICO, o vitamina B9 che ha il compito di trasportare il carbonio per la formazione dell'eme, il gruppo che caratterizza l'emoglobina.
Un'altra importante funzione che svolge la vitamina B12 è quella di agire sul metabolismo dell'omocisteina, un composto contenente zolfo che si forma dalla metionina. L'omocisteina va mantenuta nell'organismo entro certi livelli perchè se in eccesso può provocare problemi a livello dei vasi rendendo facile la deposizione del colesterolo nelle arterie e quindi aumentare il rischio cardiovascolare.
La vitamina B12 risulta anche necessaria al metabolismo del sistema nervoso centrale in particolare alla costruzione dei manicotti di mielina che avvolgono i nervi.
EFFETTI SUL SISTEMA NERVOSO:
L B12 è utile per la salute del cervello contro la demenza senile. Sembra, infatti, che chi ha valori elevati di questa vitamina ha meno rischi di andare incontro a una diminuzione di volume del cervello, che causa, con l'età, problemi di memoria. Un beneficio sembra anche correlato all'insorgere dei sintomi di demenza senile. Un altro effetto sul sistema nervoso è a livello dei nervi, in quanto, partecipando alla formazione della guaina mielitica protettiva, la vitamina B12 ha un effetto protettivo sui nervi e sull'eventuale insorgenza di degenerazione.

http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/vitaminab12cosa.htm

DA SOTTOLINEARE PER LA PARKINSON, l'ALZAIMER, LA ARTERIOSCLEROSI e la FIBROMIALGIA
PERCHE' TOCCA I NERVI E QUINDI LA CARENZA ne causa queste malattie ormai diventate PER TUTTA LA VITA. Ma chi ti dirà mai che sei CARENTE DI VITAMINA B12?
ANZI QUESTA CARENZA E' ACCENTUATA POI IN CHI E' VEGETARIANO O VEGANO e si può capire il perchè, visto che questa vitamina è SOLO nei CIBI DI ORIGINE ANIMALE.
MA LE SCELTE SONO SCELTE, ED E' GIUSTO CHE OGNUNO NE PAGHI LE CONSEGUENZE DI QUESTE.
QUINDI E' FACILE CAPIRE CHE IL "SISTEMA", DATO CHE VIVE SULLE DISGRAZIE ALTRUI, E NOI ORMAI DI QUESTO NE ABBIAMO CERTEZZA, NON PUO' CHE ALIMENTARE QUESTE SBAGLIATE SCELTE IL PIU' POSSIBILE.
TRISTE CHI TOCCA PERO', POICHE' QUESTE COME PER IL CAFFE', PER OTTENERNE I "RISULTATI DELETERI" CI VUOLE TEMPO, E CHI RIUSCIREBBE PIU' A COLLEGARE QUESTE CAUSE?


 

ATTENZIONE ALLA CARENZA DI VITAMINA B12: ECO COME RIMEDIARE.
La carenza di vitamina B12 è tra le più diffuse,
e può causare sintomi tra i più disparati tra cui mal di testa, affaticamento e depressione.
Questo perchè ha un ruolo molto importante ed essenziale per il nostro organismo,
ed ecco come rimediare.
MANGIARE PIU' PROTEINE
La principale causa della carenza di vitamina 12 è una dieta scorretta e sbilanciata.
Questa vitamina si trov in alimenti ricchi di proteine come i prodotti caseari, la carne, le uova ed il pesce.
Aumentarne le quantità nella propria alimentazione può dunque risolvere il problema.
ASSUMERE INTEGRATORI O CIBI ARRICCHITI DI B12
Sopratutto se si stà seguendo un'alimentazione vegetariana o vegana.
bisogna fare molta attenzione a compensare eventuali mancanze vitaminiche.
Se non si riesce a farlo tramite l'alimentazione bisogna farlo con i giusti integratori.
Oppure in alternativa con cibi appositamente arricchiti di vitamina B12!
NON BERE TANTO ALCOOL
Bere alcool in grandi quantità causa dei cambiamenti nel rivestimento dello stomaco,
e dunque interferenze con la sua capacità di assorbire le vitamine.
FARE ATTENZIONE AI FARMACI
Molro spesso farmaci usati per curare le infezioni, il diabete o i bruciori di stomaco,
fanno in modo che la vitamina B12 venga assimilata in quantità inferiori dall'organismo.
BADARE A DETERMINATE MALATTIE
Malattie come il morbo di Chron, la celiachia possono ridurre l'assorbimento della vitamina B12.
anche se essa è presente nelle giuste quantità nella propria dieta.
Qualora ci fossero dunque problematiche del genere,
la cosa migliore da fare è affrontare la carenza di B12 con delle iniezioni anzichè con degli integratori.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminab12carenza.htm

Le categorie di farmaci che possono interferire con l’assorbimento della vitamina B12 sono gli antibiotici, i farmaci antitumorali, i farmaci anti-gotta, gli anticonvulsivanti, gli antiparkinsoniani, gli antipertensivi, gli antipsicotici, i farmaci antitubercolari, le pillole anticoncezionali, i farmaci per tenere sotto controllo il colesterolo.
Interazioni della vitamina B12 con alcuni nutrienti
In natura in quali cibi si trova la vitamina b 12? Innanzitutto favoriscono la produzione di globuli rossi e prevengono l’anemia, poi ancora permettono alle cellule nervose di svilupparsi adeguatamente e aiutano le cellule a metabolizzare proteine, carboidrati e grassi. Vi sono dei sintomi che possono indicare una carenza di vitamina B12, con conseguente necessità di mangiare più alimenti che contengono questa stessa vitamina.
Vitamina b 12 dove si trova?
Questi sintomi sono:
Lingua rossa o dolente
Formicolio o intorpidimento dei piedi
Nervosismo
Palpitazioni cardiache
Depressione
Problemi di memoria
Ma che cosa è esattamente la vitamina B12? La vitamina B12 è uno dei membri più controversi delle vitamine indicate collettivamente come vitamine del “complesso B”. Anche se la completa struttura chimica della vitamina B12 non è stata identificata fino al 1960, erano già stato assegnato un premio Nobel per alcune ricerche su questa vitamina: si parla di un premio Nobel che risale al 1934, e che riguardava la scoperta di come un alimento (il fegato, una fonte ricchissima di vitamina B12) poteva essere usato per trattare un particolare tipo di anemia chiamata “anemia perniciosa”. Il secondo premio Nobel è arrivato 30 anni dopo, quando i chimici hanno compreso l’esatta struttura di questa importante vitamina.
Come viene prodotta la vitamina b 12?
La vitamina B12 viene prodotta in maniera un po’ insolita: mentre la maggior parte delle vitamine provengono da una grande varietà di piante e di animali, nessuna pianta o animale sembra in grado di produrre la B12, e la fonte esclusiva di questa vitamina sembrano essere dei minuscoli microrganismi come batteri, lieviti, muffe e alghe.
Come la maggior parte delle vitamine, la B12 può trovarsi in varie forme e assumere una grande varietà di nomi: i nomi della B12 sono cobinamide, cobamide, cobalamina, idrossicobalamina, aquocobalamina, nitrocobalamina e cianocobalamina. Ognuna di queste denominazioni contiene in sé un riferimento al cobalto, in quanto il cobalto è il minerale che si trova principalmente in questa vitamina.
C’è inoltre da ricordare che la B12 dipende da una seconda sostanza, chiamata “fattore intrinseco”, per farsi strada nel tratto gastrointestinale. Senza il fattore intrinseco (che è una glicoproteina secreta nella mucosa gastrica) la vitamina B12 non viene assimilata dal corpo.
Come già detto all’inizio dell’articolo, varie sono le funzioni della vitamina B12:
Formazione dei globuli rossi. Forse si tratta della funzione più conosciuta della vitamina B12. I globuli rossi forniscono l’ossigeno a tutte le cellule del corpo, e sono in gran parte prodotti nel midollo osseo. La vitamina B12 fa sì che i globuli rossi si generino all’interno del midollo osseo, e in caso di carenza c’è il rischio che nel sangue si formino megaloblasti, ossia delle cellule del sangue troppo grandi: questo potrebbe sfociare nell’anemia megaloblastica.
Aiutare lo sviluppo delle cellule nervose. Una seconda funzione importante della vitamina B12 è quella di partecipare allo sviluppo delle cellule nervose. Un rivestimento che avvolge i nervi, la cosiddetta guaina mielinica, si sviluppa con minore successo quando la vitamina B12 è carente. Anche se la vitamina svolge un ruolo indiretto in questo processo, il supplemento di vitamina B12 ha dimostrato di essere efficace nell’alleviare il dolore e altri sintomi in moltissimi disturbi del sistema nervoso.
Altri ruoli della vitamina B12. Le proteine – le componenti del cibo necessarie per la crescita e la riparazione delle cellule – dipendono dalla B12 per essere metabolizzate correttamente all’interno del corpo. Le componenti chiave delle proteine, chiamate aminoacidi, non sono disponibili per l’uso in assenza di B12. Poiché uno dei passaggi della trasformazione di grassi e carboidrati richiede la B12 per il suo completamento, l’insufficienza di questa vitamina può influenzare anche la metabolizzazione di carboidrati e grassi.
Sintomi da carenza di vitamina B12
Anche se i seguenti sintomi non sono dovuti sempre e solo alla carenza di vitamina B12, quest’ultima dovrebbe essere considerata come un possibile fattore alla base delle seguenti manifestazioni sintomatiche:
Nervosismo
Intorpidimento dei piedi e formicolio
Pallore
Diminuzione dei riflessi
Lingua rossa
Depressione
Forfora
Lingua rossa
Lingua dolente
Difficoltà a deglutire
Palpitazioni del cuore
Debolezza
Problemi di memoria
Problemi mestruali
La vitamina B12 può risultare tossica?
Nessun livello di tossicità è mai stato riscontrato nel caso della vitamina B12. Anche studi a lungo termine, in cui i soggetti hanno assunto 1000 microgrammi di vitamina ogni giorno per cinque anni, non hanno rivelato alcun effetto di tossicità.
Anche se non è una considerazione che riguarda l’alimentazione o l’integrazione quotidiana, va sottolineato che nel caso di alcune terapie mediche che comportano l’iniezione di vitamina B12 sono state riscontrate delle reazioni allergiche.
Resistenza della vitamina B12 alla cottura
Quando la vitamina B12 si trova in alimenti di origine animale, riesce a resistere anche in condizioni di lunghe cotture. Per esempio, ben il 70 per cento di vitamina B12 presente nella carne riesce a resistere ad una cottura alla griglia per 45 minuti a 350° Fahrenheit. Allo stesso modo, circa il 70 per cento di vitamina B12 è ancora presente nel latte vaccino dopo che viene fatto bollire per 5 minuti. Non è stata ancora ben studiata, invece, la resistenza alla cottura della vitamina B12 nei cibi a base vegetale, come ad esempio il tempeh.
Fattori che potrebbero contribuire alla carenza di vitamina B12
Vitamina B12 e stomaco. I problemi allo stomaco potrebbero contribuire ad una carenza di vitamina B12 in due modi. In primo luogo, un’irritazione e infiammazione dello stomaco può impedire alle cellule il corretto funzionamento. Quando lo stomaco non funziona a dovere, le cellule possono smettere di produrre una sostanza necessaria per l’assorbimento della vitamina B12 chiamata fattore intrinseco. Senza fattore intrinseco, la B12 non può essere assorbita dall’organismo in modo corretto. Un secondo modo per cui i problemi di stomaco possono favorire la carenza di vitamina B12 sta nel fatto che può esservi un’insufficiente secrezione di acidi dello stomaco. La mancanza di acidi nello stomaco (condizione chiamata ipoclodria) coinvolge anche l’assorbimento di vitamina B12, poiché gli acidi sono necessari per far sì che dalle proteine del cibo venga rilasciata questa vitamina. Bisogna fare attenzione, in quest’ultimo caso, soprattutto all’abuso di farmaci antiacidi.
Vitamina B12 e vegetariani. La possibilità che una ferrea alimentazione vegetariana fornisca adeguate quantità di vitamina B12 rimane abbastanza controversa, nonostante un crescente sostegno del vegetarianismo e della sua adeguatezza nutrizionale. La polemica è alimentata da due scuole di pensiero un po’ divergenti. Una scuola sottolinea il fatto che la maggior parte degli animali, esseri umani compresi, è in grado di immagazzinare a lungo termine le provviste di vitamina B12. Negli esseri umani queste provviste possono durare anche per più di 20 anni. Una seconda scuola di pensiero, invece, non ritiene che le piante possano essere una buona fonte di B12. Soprattutto per i vegani, che non mangiano alcun tipo di alimento di origine animale, questo può costituire un problema. Poiché nessuna pianta produce la B12, la sua quantità nei cibi vegetali dipende dal tipo di terreno in cui la pianta è stata coltivata e dal livello di microrganismi presenti (come batteri, lieviti, muffe e funghi) che producono questa vitamina. I prodotti come il tofu, il miso, il tamari e lo shoyu possono o meno contenere quantità significative di vitamina B12 a seconda dei batteri, delle muffe e dei funghi utilizzati per produrli. Il contenuto di B12 nelle alghe varia a seconda della distribuzione di microrganismi nell’ambiente marino di provenienza delle alghe stesse.
Purtroppo, nelle etichette nutrizionali di questi alimenti, non è presente il contenuto di vitamina B12. In generale, il tofu, il tempeh e le alghe tendono ad avere più vitamina B12 rispetto al miso, al tamari e allo shoyu.
Interazioni della vitamina B12 con alcuni farmaci
Le categorie di farmaci che possono interferire con l’assorbimento della vitamina B12 sono gli antibiotici, i farmaci antitumorali, i farmaci anti-gotta, gli anticonvulsivanti, gli antiparkinsoniani, gli antipertensivi, gli antipsicotici, i farmaci antitubercolari, le pillole anticoncezionali, i farmaci per tenere sotto controllo il colesterolo.
Interazioni della vitamina B12 con alcuni nutrienti
La vitamina B6 è necessaria per un corretto assorbimento della vitamina B12, ed è stato dimostrato che una carenza di vitamina B6 può alterare l’assorbimento di B12.
Inoltre, la conversione della vitamina B12 dalla sua forma non attiva alla sua forma biologicamente attiva richiede la presenza della vitamina E: gli individui che hanno una carenza di vitamina E mostrano in genere anche segni di carenza di vitamina B12.
Contrariamente a quanto affermavano ricerche degli anni ’70, dosi supplementari di vitamina C che vanno al di sopra dei 500 mg non sembrano compromettere la funzione della vitamina B12.
Un consumo eccessivo di acido folico può invece mascherare delle carenze di B12.
Vitamina B12 e condizioni di salute
La vitamina B12 può aiutare nella prevenzione e nel trattamento di:
Alcolismo
Anemia perniciosa
Artrite reumatoide
Asma bronchiale
Aterosclerosi
Cancro
Celiachia
Morbo di Crohn
Dermatite seborroica
Virus di Epstein-Barr
Affaticamento
Leucemia
Lupus eritematoso sistemico
Sclerosi multipla
Neuropatie e degenerazioni neuromuscolari
Il dosaggio consigliato per la vitamina b 12
Le linee guida stabilite dagli enti di sanità pubblica per ciò che riguarda le quantità di vitamina B12 da assumere giornalmente sono le seguenti:
Da 0 a 6 mesi di età: 400 nanogrammi
Da 6 a 12 mesi: 500 nanogrammi
Da 1 a 3 anni: 900 nanogrammi
Da 4 a 8 anni: 1,2 microgrammi
Da 9 a 13 anni: 1,8 microgrammi
Oltre i 14 anni: 2,4 microgrammi
Donne in allattamento: 2,8 microgrammi
Ma quali sono le fonti migliori di vitamina B12?
Ottime fonti di vitamina B12 sono il fegato di vitello e il dentice, ma si ricordano anche le sardine, la carne di cervo, i gamberetti, le cappesante, il salmone, il manzo, l’agnello, il merluzzo, lo yogurt magro, il latte vaccino e le uova.

Se l'italiano è la tua lingua leggi sotto.
Se hai cliccato sul traduttore e vuoi leggere la pagina nella tua lingua clicca sulla riga.

il link è: http://www.inerboristeria.com/vitamine-vitamina/vitamina-b-12-dove-si-trova.html

 

                         Sai cosa è il CLORURO DA MAGNESIO ? vai su
                                 
    http://clorurodimagnesio.altervista.org/

                                Ecco invece i siti che potrebbero cambiarti la VITA
                                                      www.dr-rath-foundation.org
                                                      www.massimopietrangeli.net
                                         www.aerrepici.org/forum/forum.asp?FORUM_ID=1

I link che NON ti devi perdere sono: cliccaci sopra poi te li leggi con comodo.

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lapelle.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lettura.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/esperienze.htm

Se NON hai ancora visitato il nostro sito ti consiglio di visitarlo e per capire cosa è l'ACIDO ASCORBICO devi leggere le pagine più importanti che sono: CHI SIAMO, LA DONNA,
SITO SECONDO, SITO TERZO, SITO QUARTO, SITO SESTO,
SITO DECIMO.

                           Quindi clicca per SAPERNE di più sull'ACIDO ASCORBICO
                         
oppure:
                                    http://acidoascorbico.altervista.org/index.html