Per sapere il motivo di queste integrazioni, oltre la mia esperienza, clicca QUI
Per sapere cosa è il PRIMO FLAGELLO umano che si chiama CAFFE'
clicca
QUI Leggi quanto riporta il sito PAGINE MEDICHE "area medica" della CAFFEINA Clicca QUI inoltre è un INSETTICIDA Clicca QUI e lo ZUCCHERO: dannoso e tossico come il CAFFE', l'ALCOOL ed il TABACCO Clicca QUI  Per tutta la documentazione in nostro possesso clicca QUI

Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/alimentiessenziali.htm

Tutto sul MAGNESIO
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/magnesiobase.htm

Tutto sulla vitamina D
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadbase.htm

Per mio personale vissuto DOCUMENTATO, devo denunciare un PROTOCOLLO MEDICO che ritengo sia tutt'altro che seguito per aiutare i malati di tumore verso una eventuale guarigione, dimostrando invece che la guarigione del paziente valga meno degli introiti ottenuti dall'impiego della chemio o radio.

I fatti:
In data 25 marzo 2017 e dimesso il 7 aprile 2017 come da documento allegato:




In data 14 aprile 2017, esattamente 20 giorni dopo l'intervento, sono stato convocato dal S.O.C. di Oncologia come da documento allegato:



Mi è stato proposto una cura preventiva di CHEMIO e come si potrà rilevare, al mio rifiuto la dottoressa ha scritto:
"...che il paziente RIFIUTA in modo categorico."

Quindi ho continuato ad ingoiare SOLO gli "ALIMENTI ESSENZIALI" di cui il più importante ACIDO ASCORBICO.
A seguire, e dato che era mia intenzione farmi levare la stomia il più presto possibile, ho dovuto fare gli esami consigliati dal seguente documento:




dove dice:
VISITA:
C.E.A            ad ogni visita
Emocromo     ad ogni visita


Dato che il chirurgo, da me interpellato onde fissare la data per questo intervento mi ha chiesto la visita di controllo dal S.O.C. di Oncologia, dal mio medico curante ho richiesto di farmi fare questi sopra richiesti esami, di cui i risultati in data 5 giugno 2017 come da documenti allegati:



che come si potrà rilevare il valore del segnalatore di tumore è stato
C.E.A.                                              2,1 ng/ml                                 V.R < 3,0    
mentre l'Emocromo è risultato a posto.
Non solo, ma come si potrà rilevare il medico, su mia richiesta ha inserito anche i valori di:
Vitamina D3 (25 OH)                       42.5 ng/ml                                V.R 30 - 100
Acido folico                                       8,87 ng/ml                               V.R. 2,75 - 20
Vitamina B12                                    397,0 pg/ml                              V.R. 239 - 931


Avuto l'esito degli esami, in data 9 giugno 2017 previo appuntamento ho portato gli esami dalla dottoressa del S.Oc. di Oncologia. Questo il documento rilasciato:



Appena visto i risultati, la dottoressa mi ha comunicato che era tutto nella norma, quindi niente tumore in atto, ed alla mia richiesta per la stomia ha scritto:
" Questa valutazione è opportuno che venga fatta dal chirurgo, quindi si consiglia Consulenza Chirurgica."

E quì casca l'asino che intendo evidenziare. 
Prima devo far notare che la data dei miei esami sottoposti, sono stati fatti molto tempo prima dei "3 mesi" 90 giorni preventivati, ma di soli 72.


Quindi è facile capire che dato che la CHEMIO mi è stata proposta molto prima degli esami valutativi, è facile anche capire che eseguiti gli esami ai 90 giorni, se i risultati erano ancora questi, mi sarebbe stato detto:
" Come vede abbiamo fatto bene a fare la CHEMIO"
... ma ho i miei dubbi che gli esami fossero questi dato che nel mio corpo sarebbero stati immessi PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI.

"CHEMIO FATTI
Fatti su farmaci utilizzati in chemioterapia
Farmaci oncologici sono il segmento di business più grande del multi-miliardi di dollari di business della droga farmaceutico globale. I farmaci utilizzati in cellule tumorali di uccisione chemioterapia - ma anche uccidere le cellule sane troppo. Questo fatto da solo è già abbastanza grave, ma non si ferma qui. I farmaci utilizzati nella chemioterapia hanno anche effetti collaterali e molti causano nuovi tumori e nuove malattie, che porta all'uso di ancora più farmaci che a loro volta hanno nuovi effetti collaterali. E 'un circolo vizioso e una licenza di stampare denaro per l'industria farmaceutica.
Che interesse può l'industria farmaceutica eventualmente avere nel tentativo di prevenire il cancro, se si guadagnano un fatturato di 100 miliardi dollari ogni anno nei soli Stati Uniti, di mantenere costante il cancro? L'unica ragione che il cancro rimane ancora un verdetto di morte è miliardi di dollari compagnie farmaceutiche fanno dai loro farmaci chemioterapici.
Questo sito documenti estratti dai "opuscoli informativi per i pazienti" di questi farmaci chemioterapici, come pubblicato dai produttori di farmaci stessi.
I farmaci contrassegnati con un sono elencati nella " Relazione 11 sugli agenti cancerogeni "del National Toxicology Program degli Stati Uniti come" cancerogeno ", cioè che provocano il cancro. In altre parole, i farmaci prescritti a milioni di pazienti di cancro come cura sono, infatti, noto per causare il cancro."
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/chemiodroga.htm

La pagina recita:
"Cliccando sul traduttore, riga in blu, e poi su "Maggiori informazioni" sotto il nome del prodotto, si visualizza il componente del prodotto chemio terapico corrispondete. "

http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/chemiodrogainf.htm

Quindi ho certezza che se personalmente avessi accettato di fare la CHEMIO, come è per il 99% dei malati di questa malattia, dato che non hanno alternative, oggi non sarei quì a comunicare con voi ma sarei carico di problemi, quelli elencati sul foglio illustrativo.

Per finire il ciclo della stomia, in data 12 giugno 2017 ecco la proposta di "ricanalizzazione" tanto agognata eseguita in data 19 luglio 2017 con successo:



http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/ricanalizzazione.htm

Possiamo concludere con certezza, che escluso una piccola percentuale causata da interventi chirurgici preventivati, come è stato per me, la VERA SALUTE passa per il PASTO e la PELLE.
Per il PASTO, ingoiando CIBI NATURALI citati dall'articolo sotto:
"Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato."
i quali sono DEMONIZZATI in ogni modo possibile da personaggi che, in conflitto di interesse, fanno parte della categoria medica e soci.
Tanto per citarne alcuni, gli oncologi Berrino e Veronesi, il dottor Campbell con China Study, e molti altri ancora.
Al contrario, immettendo al PASTO, CIBI INDUSTRIALI contenenti PRODOTTI CHIMICI pubblicizzati dai media e dalla classe medica, che li spacciano per cibi indispensabili alla nostra salute, il risultato non potrà che essere deleterio.
Per la PELLE, spalmandovi sopra PRODOTTI CHIMICI che non si ingoierebbero mai, dimenticandosi che i PORI immettono questi prodotti direttamente nel sangue, i quali, fanno scoppiare quella scintilla che ne causa la malattia, senza che il corpo possa mettere in atto alcuna difesa.
Molte persone, sulla PELLE spalmano degli oli, come l'olio di neem, profumati e non, dei quali la pubblicità ingannevole ne descrive dei benefici miracolosi, dimenticandosi di dirci però che TUTTI gli oli, in quanto liposolubili intasano i PORI di cui mai nessuno ci ricorda di avere.
Sappiamo per certo che gli oli sono CIBI i quali dovremmo ingoiare, ma che spalmandoli sulla PELLE, proprio perchè liposolubili, la rendono brillante ingannando l'occhio e pare che questi oli le facciano bene, mentre invece, possono solo causare danni, e se qualcosa ci si deve spalmare sulla PELLE, non sono i CIBI, ma gli "ALIMENTI ESSENZIALI", primo fra tutti l'ACIDO ASCORBICO col CLORURO DI MAGNESIO diluiti nell'acqua che in quanto idrosolubili non potranno che fare del bene sia alla pelle che ai pori.
E' risaputo che molte malattie, di cui il TUMORE, raggiungono alte percentuali nel mondo cosidetto INDUSTRIALE
Ancora oggi, la scienza medica ufficiale non è stata in grado di trovare cause univoche e quindi rimedi univoci. Ciò che però si è potuto notare è che, fin dall’inizio dell’era industriale, l’incidenza dei tumori ha avuto un costante aumento. I casi di cancro registrati precedentemente all’epoca industriale erano davvero rari. Risulta quindi sensato dedurre che a provocare la grave diffusione della malattia siano stati i prodotti creati dall’industria, specialmente quella chimica. Si pensa perciò che le cause principali per l’aumento dei tumori possano essere ricercate nell’esposizione a sostanze chimiche cancerogene, presenti pressoché ovunque: nel cibo che si ingerisce, nell’acqua che si beve, nell’aria che si respira, negli oggetti che si utilizzano.
http://www.youtube.com/watch?v=1RUrIO3Emws&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=2HUkgEhF1UQ

Abbiamo assoluta certezza che nessun essere vivente si reca dal suo simile per la salute.
Abbiamo quindi assoluta certezza che per evitare la ESTINZIONE essi si AUTOGUARISCONO.
Quindi TUTTI gli esseri viventi hanno la possibilità di curarsi dalle eventuali malattie, anche l'Homo Sapiens.
Questo lo dimostra apertamente anche la chirurgia, parte della medicina.
Difatti dopo un intervento di appendicite, trascorso il tempo necessario di osservazione, la persona viene dimessa senza alcuna terapia del caso.
Questo perchè anche la medicina sfrutta questa AUTOGUARIGIONE lasciando che siano i CIBI a provvedere..
Personalmente ne sono una prova vivente, poichè dal 23 marzo 2016, primo intervento di laparoscopia,

http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/cisteairenimiasinistra.htm

il 5 luglio 2016, secondo intervento di laparoscopia.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/cisteairenimiadestra.htm

Ogni volta senza alcuna terapia da seguire.
Dal 3 agosto 2016 una infezione terribile che mi ha reso difficile la vita.

http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/puntometallicodimenticato.htm

L'unica terapia gli antibiotici.
Quindi è l'AUTOGUARIGIONE sostenuta dai CIBI a prevalere su ogni altra invenzione umana.


Ed ora ecco gli eventi di questo quarto stress, il più debilitante poichè durante il quale, rilevando un tumore maligno al colon, questo è stato asportato.
I dolori di pancia sono iniziati il giovedì 23 marzo 2017, il peso è di 76 ,3 kg., ma non riuscivo a mangiare normale.
Il sabato mattina 25 non potendo più sopportare il dolore mi recai al pronto soccorso.
I raggi alla pancia segnalarono una ostruzione intestinale. Nel pomeriggio la TAC e la decisone dei medici di un intervento di urgenza che è iniziato verso le 17 dello stesso giorno.
Giorno dopo giorno lo stress che causa un intervento chirurgico. Tanta debolezza e perdita di peso. Alle dimissioni il mio peso è risultato 70,3 kg. Oggi è di 71 kg, segnale che il mio corpo stà recuperando, ma le forze rimangono latitanti.
Ho scoperto alcuni giorni dopo che durante l'intervento mi è stato tolto un carcinoma del colon stadio II.
Mi è stato comunicato che era ben localizzato come è stato ben localizzato la infezione da punto metallico, quindi sono certo che gli "ALIMENTI ESSENZIALI" hanno avuto il loro peso al riguardo.
Non ho ingoiato gli "ALIMENTI ESSENZIALI" per i primi due giorni dopo l'intervento, ma dandone informazione ai medici ed agli infermieri sono stato costante nell'ingoiare le mie solite dosi.
La mia terapia è stata SOLO questa, poichè non ho mai assunto alcun farmaco, se non saltuariamente una pastiglia della pressione che ultimamente non ingoiavo più. Durante la degenza, questa pressione mi è stata rilevata ogni mattina insieme alla temperatura corporea con valori sempre nella norma.
Come da documento sono stato dimesso in data 7 aprile 2017, con colostomia autonoma ed una unica terapia:
NESSUNA
solo gli "ALIMENTI ESSENZIALI".

Rilevando dalla TAC anche la presenza di un angioma epatico, onde evitare confusione in persone non informate in materia, è giusto che esse sappiano che l'angioma NON è un carcinoma maligno, quindi sappiano comportarsi in caso di un rilevamento occasionale nel loro fegato.
"""Che cosa è?
E' il più comune tumore benigno del fegato. La grande diffusione dell'ecografia addominale, avvenuta negli ultimi 20 anni, ne ha portato alla scoperta sempre più frequente. Infatti, l'angioma viene spesso rilevato come reperto occasionale durante indagini eseguite per altri motivi. L'angioma è del tutto benigno, non degenera mai in neoplasia maligna e non rappresenta, generalmente, un'indicazione da un intervento chirurgico.

Come viene? Le cause
Non vi sono fattori che causano la comparsa di un angioma al fegato. La malattia può essere presente dalla nascita e non avere mai avuto nessuna occasione di essere rilevata.

Come è fatto? L'aspetto
L'angioma può essere singolo o multiplo. Le dimensioni possono variare da pochi millimetri a diversi centimetri, fino anche ad occupare gran parte del fegato. Quando il fegato è completamente disseminato di angiomi si può parlare di angiomatosi.
L'angioma è costituito da malformazioni vascolari e formano lacune dove il sangue stagna. Tale conformazione giustifica l'aspetto di questa lesione agli esami radiologici.

Come si cura? La terapia
L'angioma epatico più comune (quello asintomatico, rilevato occasionalmente durante una ecografia addominale) non ha bisogno di alcuna terapia. Infatti gli angiomi tendono a essere lesioni:
1 stabili nel tempo
2 asintomatiche
3 con scarsa o nulla tendenza all'aumento di volume ed
4 ancora più remota possibilità di rottura.
Quindi, l'unico provvedimento da intraprendere, in particolare nel caso di angiomi di medio-piccole dimensioni, è la sorveglianza periodica, con esami radiologici (ecografia) ripetuti annualmente o ad altri intervalli comunque regolari.
A questo proposito bisogna ricordare che un'importante revisione dei lavori scientifici apparsi nell'ultimo decennio non ha rilevato alcun beneficio a lungo termine per i pazienti che erano stati operati per la rimozione di un angioma del fegato.
Solo in pochi casi di angiomi necessitano oggi di terapia.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/angiomaepatico.htm

I documenti:

Quale la possibile causa ESTERNA di questo tumore maligno?
Come detto all'inizio il corpo di TUTTI gli esseri viventi è un grado di AUTOGUARIRSI SEMPRE, quindi automaticamente abbiamo anche certezza che da solo il corpo NON POTRA' MAI AUTOLESIONARSI, ed essendo pronto ad AUTOGUARIRSI, è facile capire che
MAI IN NESSUN CASO potrà partire la scintilla che ne scatena la malattia.
Allora è comprensibile che questo inizio è causato da un qualcosa di esterno al corpo.
Primi fra tutti i PRODOTTI CHIMICI, di qualsiasi natura essi siano, in concomitanza della raffinazione dei CIBI NATURALI.
Mi permetto di ritenere che primi fra tutti gli "AROMI" o "AROMI NATURALI", insieme ai COLORANTI, ai CONSERVANTI, insieme alla RAFFINAZIONE, che permettono la commercializzazione dei prodotti delle industrie, insieme ai prodotti usati per la pulizia della casa e della persona.

"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
http://digilander.libero.it/genfranca/Immagini/aromia.htm

Nel mio particolare caso però ho certezza che non siano stati questi la causa, poichè è da tempo con Franca che evitiamo come la peste questi prodotti degli scaffali.
Invece ecco la probabile causa sono le complicanze della laparoscopia che nel mio caso particolare è stata una lesione nel colon, parte dell'intestino.

http://www.urologiadolo.it/consensi/cisti_renale.pdf

http://www.urologia-andrologiagiovanni23.it/pu_patologia_renale.html

Complicanze: L'incidenza ed il tipo di complicanze sono estremamente variabili a seconda dei centri e non sono generalizzabili: sono minori nei centri esperti, sia come numero che come gravità. Sono state descritte: lesioni all'intestino, al fegato, alla milza, alla pleura, all'uretere, alla via escretrice intrarenale, ematoma perirenale, fistola urinosa. Nell'1% dei casi può essere presente nella cisti una neoplasia: in questo caso le cellule neoplastiche contenute nel liquido cistico possono diffondere nel campo operatorio. Quest'ultima eventualità è comune a tutte le cisti e a tutte le procedure di rimozione, compreso l'intervento a cielo aperto.

Naturalmente prima dell'intervento si richiede la firma sulla liberatoria dai rischi cui si possono incorrere.
Infatti giorni dopo l'intervento del 23 marzo 2016 di laparoscopia ho avuto un inizio di male di pancia.
Parlandone col medico di base, concludemmo che era possibile l'assestamento degli intestini ritrovandosi uno spazio di 1200 ml lasciato dalla ciste asportata.



Fatta la ecografia di controllo non è stato rilevato nulla di anomalo.
Però da quei giorni il mal di pancia non mi ha più lasciato fino a dopo quest'ultimo intervento.
Riconfermo che la mia unica terapia, oltre che ingoiare CIBI NATURALI, ingoio giornalmente gli "ALIMENTI ESSENZIALI".
http://www.youtube.com/watch?v=2HUkgEhF1UQ

La mia personale accidentale avventura con circa 15 GRAMMI circa di ACIDO BORICO è iniziata alle 15.30 del 7 luglio 2017.
I FATTI:
Avevo appuntamento nel reparto di chirurgia per l'intervento di "ricanalizzazione" all'ospedale di Bra, il 9 luglio 2017 presentandomi a digiuno dalla sera precedente.
L'intervento sarebbe dovuto essere il 10 luglio 2017.
Quindi avrei dovuto iniziare il 7 luglio 2017 con la prima purga bevendo la prima bustina di "isocolan" acquistato in farmacia disciolta in un litro di acqua che regolarmente uso quella di rubinetto.
Quel venerdì, alzatomi dal computer, con la intezione di preparare il beverona, preso la bustina sul mobile, mi sono recato in cucina per preparare la bevanda purgante.
Verso le 12 però avevo acquistato in farmacia una bustina di ACIDO BORICO che ho posato sul mobile dove erano anche le bustine di "isocolan" pronte all'uso.
Le bustine erano otto e ne avevo preparate quattro. Due per il venerdì e due per il sabato.
Preparato il beverone, verso le 15.30 ho iniziato ingoiando il primo quarto di acqua. Un quarto d'ora dopo, il secondo quarto.
Però non mi sentivo troppo bene e cominciai a pensare cosa avrebbe potuto causare questo malessere.
Presi il "bugiardino" dell'"isocolan" e lessi le controindicazioni. Non erano disastrose, ma potevano causare malessere.
Mezz'ora dopo bevvi ancora un pochino di mistura, ma poi ripensandoci telefonai al reparto chirurgia per delucidazioni in merito.
L'addetto, alla mia descrizione, mi ha comunicato di non bere più e di recarmi da loro che mi avrebbe dato un'altra purga, che conoscevo già, il "moviprep".
Erano la 17 circa, prima di uscire ho ingoiato una dose di ACIDO ASCORBICO + CLORURO DI MAGNESIO + BICARBONATO DI POTASSIO,.quindi presa la macchina mi sono recato nel reparto chirurgia ed ho ritirato la purga.
Naturalmente non stavo poi tanto male.
La purga l'avrei presa il giorno successivo, il sabato 8 luglio 2017.
Tornato a casa, ho ripreso il mio lavoro al computer, poi verso le 19 abbiamo mangiato cena.
Dopocena ho cercato la bustina contenente 30 grammi di ACIDO BORICO, ma invano. Eppure in farmacia la avevo presa,
Non trovandola e trovando invece le 4 bustine di "isocolan" ho guardato nelle immondizie ed ho trovato la bustina di ACIDO BORICO vuota.
Mi sono preoccupato, sapendo che questo elemento è VELENOSO, ed occhio e croce, ne avevo ingerito almeno 15 grammi, e presa la bustina sono salito in macchina e mi sono recato al pronto soccorso dell'ospedale.
Il medico di turno mi ha visitato e si è informato dal centro veleni quali avrebbero potuto essere le conseguenze.
Le conseguenze non erano certamente rosee, allora ho telefonato a Franca che mi portasse gli "ALIMENTI ESSENZIALI" che non avevo ancora ingoiato dopo cena, poichè nella fretta di uscire me ne sono dimenticato.
All'arrivo di Franca, di nascosto, ho ingoiato immediatamente molto ACIDO ASCORBICO e molto CLORURO DI MAGNESIO, naturalmente senza acqua in quanto ero disteso su un lettino del pronto soccorso.
Mi hanno inserito una flebo di fisiologica e mi hanno messo un catetere per cercare di ovviare il danneggiamento ai reni forzando loro un superlavoro di lavaggio.
Niente di più.
A Franca le è stato comunicato che probabilmente sarei entrato in coma ed avrei corso il rischio di essere portato all'ospedale di Alba per la dialisi che avrei dovuto fare per vita natural durante in quanto avrebbe potuto danneggiato i reni.
Mi hanno poi ricoverato nel reparto di terapia intensiva.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/borointossicazionemia.htm

Per informazione, l'intervento della "ricanalizzazione" è stato rimandato al 19 luglio 2017, grazie al dottor Valente, primario del reparto di chirurgia e da lui effettuato, ed effettuata con successo.
"In seguito all'intervento per il blocco intestinale in data 25 marzo 2017, come ampiamente descritto sotto, ed aver asportato nell'occasione il tumore al colon, la stomia è stato un passaggio obbligatorio. Così ritengo che sia, ma dopo, ora capisco benissimo che questo è un passaggio molto INTERESSATO e di conseguenza non sono sicuro della sua utilità; però non sono in grado e non ho le necessarie informazioni per giudicare questo operato. Questa mia conclusione l'ho tirata in quanto un amico in Spagna, avendo subito lo stesso intervento, questo passaggio molto doloroso ed invalidante, non l'ha vissuto.
Posso dichiarare TANTA SOFFERENZA nel periodo, sia con la stomia (me la gestivo autonomamente) che dopo questa ricanalizzazione di cui molto meno, ma ancora oggi, dopo 16 giorni dall'intervento. Ho certezza che le complicanze per le persone normali sono veramente molte.
Prima di tutto per i giorni necessari al corpo per riuscire a liberare il colon ricollegato agli intestini. Ho testimonianza di 4-5 giorni indispensabili per ottenere la prima difficoltosa evacuazione a conferma del buon esito dell'intervento.
Ma questo non è che l'inizio, in quanto la nausea ed il vomito sono direttamente collegati a questa mancata evacuazione e di conseguenza una difficoltosa alimentazione orale.
Per fortuna mia e grazie agli "ALIMENTI ESSENZIALI" queste disabilitanti complicanze non le ho vissute, neppure una.
Certo, il dolore non mi è mai mancato, ma con l'aiuto dell'ACIDO ASCORBICO abbondantemente ingoiato, sono riuscito a dominare questo dolore evitando di immettere nel mio corpo DELETERI antidolorifici se non quelli delle flebo, quindi di obbligo Difatti la dimissione lo dichiara apertamente.. 
Mi sono presentato al reparto chirurgia il 18 luglio 2017 alle ore 8 a digiuno dalla sera precedente come da richiesto e da tre giorni non ingoiavo nè frutta nè verdura, sempre da richiesto.
Mi hanno prelevato il sangue per i necessari accertamenti.
Per pranzo della pastina in brodo, ma l'appetito non mi mancava.
Nel pomeriggio un clistere nella stomia mi ha ripulito alla grande. Però niente purga. Alla sera un piccolo clistere anale senza problemi.
A cena altro brodino e pastina, ma molto rada. Il mio peso era di 70.5 kg.il mattino del giorno precedente al ricovero.
Naturalmente non ho mai mancato di ingoiare le mie dosi normali con TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI2 che ingoio ogni giorno.
Il mattino del 19 luglio 2017, giovedì giorno dell'intervento, non potendo più bere ho ingoiato tutto senza acqua.
Aspettando il mio turno, quando mi hanno detto di prepararmi ho ingoiato ACIDO ASCORBICO + CLORURO DI MAGNESIO + BICARBONATO DI POTASSIO senza acqua. Erano circa le 15.
Mi sono risvegliato verso le 17 e mi hanno riportato nella mia camera dove ho trovato Franca che mi aspettava.
Non potendolo fare autonomamente, lei mi ha messo in bocca quanto le chiedevo come è successo molte volte nel periodo di questi disguidi.
Ogni 3-4 ore circa ripetevo la operazione in quanto Franca ad una certa ora ha dovuto andarsene.
Naturalmente solo gli "ALIMENTI ESSENZIALI" descritti prima.

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/ricanalizzazione.htm

                        Sai cosa è il CLORURO DA MAGNESIO ? vai su
                                 
http://acidoascorbico.altervista.org/prova30/index.html

                                Ecco invece i siti che potrebbero cambiarti la VITA
                                                      www.dr-rath-foundation.org
                                                      www.massimopietrangeli.net
                                         www.aerrepici.org/forum/forum.asp?FORUM_ID=1

I link che NON ti devi perdere sono: cliccaci sopra poi te li leggi con comodo.

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lapelle.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/lettura.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/VolontariWEB.com_files/esperienze.htm

Se NON hai ancora visitato il nostro sito ti consiglio di visitarlo e per capire cosa è l'ACIDO ASCORBICO devi leggere le pagine più importanti che sono: CHI SIAMO, LA DONNA,
SITO SECONDO, SITO TERZO, SITO QUARTO, SITO SESTO,
SITO DECIMO.

                           Quindi clicca per SAPERNE di più sull'ACIDO ASCORBICO
                         
oppure:
                                    http://acidoascorbico.altervista.org/index.html